giovedì,Giugno 13 2024

Io autentico Vibo celebra il 2 aprile con lo spot Wannabe, la mia vita con autismo – Video

Protagonisti del video sono i bambini dell'associazione del presidente Enrico Mignolo che accompagna e sostiene i genitori di persone con disabilità

Io autentico Vibo celebra il 2 aprile con lo spot Wannabe, la mia vita con autismo – Video
I protagonisti del videoclip realizzato da Io autentico Vibo

In occasione della giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, l’associazione “Io autentico Odv” di Vibo Valentia ha diffuso sui suoi canali social uno spot realizzato dal presidente Enrico Mignolo. Protagonisti del video sono i bambini che fanno parte della grande famiglia di Io autentico, l’associazione che da anni accompagna e sostiene i genitori di persone con autismo. Un messaggio rivolto a tutti.
«Le persone con autismo fanno scelte, esprimono i propri desideri, devono essere messe in condizione di autodeterminarsi», afferma Enrico Mignolo che da anni si batte per ottenere il riconoscimento dei diritti delle persone con disabilità. [Continua in basso]

Enrico Mignolo presidente Io autentico OdV

Il videoclip è uno spaccato di vita reale, di sogni e speranze. Filo conduttore dello spot amatoriale girato in alcuni degli scorci del Vibonese, è la parola “Wannabe”, che significa aspirante, come le aspirazioni dei ragazzi con autismo: «C’è Elena che vorrebbe fare l’oculista, Lorenzo il Carabiniere, Andrea sogna di far parte di una banda musicale. Giovanni adora mettere a posto le cose e potrebbe fare il magazziniere, Antonio sa dipingere e adora farlo. Simone lavora la pasta fatta a mano, e sta partecipando al progetto Maccabùani. Serena va già in pasticceria con Stella e la sua precisione dimostra la sua motivazione nel voler continuare un’attività che le piace. Alcuni di loro – spiega il presidente di Io autentico – sono non verbali. Ma ciò che fanno, e come lo fanno, dimostra la loro scelta di autodeterminazione nel presente e quello che magari potrebbe essere il loro futuro. E poi – continua Enrico Mignolo – ci sono tanti altri ragazzi, adulti, bambini. Tante altre vite con autismo che, in Italia, meritano più attenzione e supporto concreti. Essere consapevoli dell’autismo significa voler considerare che le persone con autismo sono delle comunità in cui vogliono vivere e partecipare attivamente. Le vite con autismo sono vite da progetto, sono Progetti di Vita», conclude Mignolo. Quei progetti che il Comune di Vibo Valentia ha attivato solo per 10 famiglie (dopo una sentenza del Tar). Altre mamme e papà attendono speranzosi di potere usufruire di servizi sanitari indispensabili per la crescita dei loro bimbi speciali. 

Articoli correlati

top