martedì,Giugno 18 2024

Il Comune di Vibo approva l’Avviso pubblico per facilitare l’accesso ai servizi digitali

L'obiettivo è quello di fornire al cittadino che ha maggiori difficoltà con le nuove tecnologie un supporto concreto nel disbrigo delle pratiche

Il Comune di Vibo approva l’Avviso pubblico per facilitare l’accesso ai servizi digitali
L'assessore Michele Falduto
L’assessore Michele Falduto

Realizzare quattro punti di facilitazione digitale per fornire al cittadino che ha maggiori difficoltà con le nuove tecnologie un supporto concreto, in presenza, che lo aiuti nell’utilizzazione dei servizi pubblici digitali e nel disbrigo di quelle pratiche che richiedono delle competenze tecnologiche di base. È questo l’obiettivo dell’Avviso pubblico approvato dal Comune di Vibo Valentia, in qualità di capofila dell’Ambito territoriale sociale, con il quale si partecipa al progetto elaborato dalla Regione Calabria che ha declinato a livello locale la misura del PNRR relativa a “Rete dei servizi di facilitazione digitale”. L’Avviso fa seguito alla convenzione stipulata lo scorso 3 agosto tra il dirigente generale del dipartimento Transizione digitale ed attività strategiche, Tommaso Calabrò, e il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo. «Oggi – afferma il primo cittadino – compiamo un ulteriore passo verso quella digitalizzazione in senso ampio del nostro Comune, che grazie al lavoro dell’assessore Falduto ha portato nelle casse dell’ente quasi 800mila euro per innovare le nostre infrastrutture digitali e rendere sempre più semplice, con un clic, l’accesso ai servizi da parte della cittadinanza».

Michele Falduto e Maria Limardo

«Con l’incremento della tecnologia e dei servizi digitali erogati dalle pubbliche amministrazioni – spiega l’assessore all’Innovazione tecnologica del Comune di Vibo Valentia, Michele Falduto – vi è stata anche una fisiologica crescita delle difficoltà per quelle fasce della popolazione, ad esempio gli anziani, poco avvezze agli strumenti e alle novità informatiche. È anche a loro che abbiamo pensato quando si è presentata l’occasione di ottenere dei contributi per facilitare, appunto, l’accesso ai servizi digitali. Perché digitalizzazione non è soltanto innovazione delle strutture e dei sistemi, ma è anche porre le condizioni affinché tutti i cittadini vengano posti nelle medesime condizioni di accessibilità ai servizi, senza lasciare nessuno indietro». L’Avviso pubblico dell’Ats di Vibo Valentia, per il quale la Regione Calabria ha stanziato 176.467,24 euro e che punta a coprire il territorio di riferimento dei Comuni dell’Ambito n. 1, è rivolto a tutte le associazioni del terzo settore. In una fase successiva, sarà l’Ats stesso ad individuare in quali Comuni bisognerà installare le postazioni che saranno dotate di personale addetto e strumentazione idonea a dare quel supporto spesso prezioso a chi avrà necessità di accedere ai servizi digitali. «Mi sento di ringraziare l’assessore regionale Filippo Pietropaolo – conclude Falduto – che si è sempre mostrato disponibile all’ascolto nel corso delle riunioni tenutesi in Cittadella, oltre che pragmatico nell’approccio mirato alla definizione di questa come di molte altre pratiche di grande importanza per i cittadini calabresi».

Articoli correlati

top