martedì,Giugno 18 2024

L’orrore delle foibe, a Vibo tuffo nella memoria con l’evento di Gioventù nazionale

Tra gli ospiti, Lucilla Crosilla che con la sua testimonianza di vita ha fatto commuovere i partecipanti. L’evento al Sbv

L’orrore delle foibe, a Vibo tuffo nella memoria con l’evento di Gioventù nazionale

«L’aver trattato un tema così importante, al nostro primo evento, nella nostra città è un grande motivo d’orgoglio. Vibo merita un’attenzione del genere e sta a noi e al nostro movimento giovanile mettere tematiche come questa sotto la lente d’ingrandimento soprattutto nei giovani». Queste le parole del presidente provinciale di Gioventù nazionale Vibo Valentia, Pascal Corrado, all’indomani del primo evento del movimento giovanile di Fdi, ospitato al Sistema bibliotecario vibonese. L’appuntamento si è focalizzato sui genocidi delle Foibe. Un tema che ha visto al tavolo dei relatori voci autorevoli come quella del senatore Roberto Menia (primo firmatario della legge per l’introduzione del “Giorno del Ricordo” nel 2004), l’esecutivo nazionale del movimento giovanile Gn Nicola Caruso che ha sottolineato come «la linea per smentire certa gente di sinistra è tracciata”, il prof. Spartaco Pupo (docente presso l’Unical di storia delle dottrine politiche) che riprendendo i fatti realmente accaduti ha ribadito come “i giovani abbiano il dovere di ricordare”, la preziosa testimonianza della signora Lucilla Crosilla che ha fatto emozionare tutti i presenti e il vibonese Rosario Losiggio (delegato regionale di Gn Calabria e rappresentante degli studenti in seno al Cnsu) che ha affermato come sia compito delle scuole e delle università attuare un ulteriore focus in merito. «Siamo orgogliosi di aver esordito approfondendo un tema non semplice, ma fondamentale per la difesa di valori come la libertà, la vita e l’identità nazionale. I movimenti giovanili hanno necessità di riportare il focus su aspetti culturali: è su questo che bisogna costruire il dibattito politico. Noi ci siamo», ha dichiarato Losiggio. Presente per fare gli oneri di casa il sindaco Maria Limardo (alla quale il presidente provinciale di Gn Vibo Valentia ha strappato una promessa a nome del movimento giovanile in ottica 10 febbraio), presente a portare i saluti del movimento giovanile il presidente di Gn Calabria Giuseppe Vacalebre e il coordinatore di Fdi per la provincia di Vibo Valentia Pasquale La Gamba il quale ha commentato: «Ringrazio l’organizzazione giovanile del partito per averci regalato una importante giornata ricca di spunti e riflessioni sul dramma degli italiani infoibati, un tema da sempre caro al nostro mondo. Sono convinto che questa è la prima di una lunga serie d’iniziative che li vedrà protagonisti nella nostra provincia».

LEGGI ANCHE: Fratelli d’Italia, nominato il presidente provinciale di Gioventù Nazionale

Stazione Vibo-Pizzo, Gioventù Nazionale: «Inaccettabile che i bagni chiudano alle 20»

Pizzo, il Centro giovanile interculturale Agapegiovani riapre le attività

Articoli correlati

top