mercoledì,Aprile 17 2024

Vibo, Dimensionamento scolastico, la Cisl: «Penalizza l’intero territorio»

Il segretario provinciale del sindacato Policaro: «È stato approvato «nell’ultimo giorno disponibile per evitare l’ennesimo Commissariamento»

Vibo, Dimensionamento scolastico, la Cisl: «Penalizza l’intero territorio»

Il Consiglio provinciale di Vibo Valentia, nella seduta del 30 novembre, ha approvato la proposta definitiva del dimensionamento scolastico. La Cisl, attraverso il segretario provinciale Renato Policaro, denuncia che ciò è avvenuto «nell’ultimo giorno disponibile per evitare l’ennesimo Commissariamento» e che «la maggioranza politica ha confermato il taglio imposto dalla Regione Calabria di 11 istituzioni scolastiche che, di fatto, passano da 32 a 21, provocando una riduzione delle dirigenze scolastiche, dei direttori dei servizi generali e amministrativi e, cosa più preoccupante, una riduzione di organico per il personale Ata, quindi assistenti amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici. Quanto è stato approvato dal Consiglio – prosegue – risulta essere una penalizzazione dell’intera provincia con tutte le difficoltà che vengono riscontrate per le varie comunità educanti nei diversi territori – continua Policaro -; infatti, nonostante i vari incontri del presidente della Provincia con le organizzazioni sindacali settore scuola, i dirigenti scolastici e i sindaci, non si è arrivati ad una diversa situazione e poter avere una minore riduzione delle istituzioni scolastiche dimensionate. Ha sicuramente influito il rigetto dei ricorsi di alcune regioni presentati al Consiglio di Stato e alla Corte Costituzionale. Rimane, da parte nostra, un giudizio negativo del piano di dimensionamento per aver perso, in un colpo solo, quasi il 34% delle istituzioni scolastiche oggi esistenti. Qualche esempio per il I ciclo, la scomparsa dell’attuale Istituto Comprensivo di Fabrizia (Comuni di Nardodipace, Fabrizia, Mongiana) che rischia di aumentare il disagio sociale che questi comuni affrontano giorno dopo giorno, l’accorpamento della gran parte dell’istituto omnicomprensivo di Soriano Calabro, le scuole del comprensivo di Nicotera, dove si smembra un istituto per implementarne inutilmente altri quando era naturale accorpare nello stesso comune». Infine Policaro si sofferma sulla situazione del territorio comunale di Vibo e osserva che «il piano prevede solo 3 autonomie scolastiche, con la formazione di mega Istituti difficilmente gestibili. Con questi numeri, siamo sicuri che si può soltanto tagliare la spesa pubblica per il bilancio dello Stato ma non si affrontano con serietà i problemi della scuola vibonese. Attendiamo a breve la delibera regionale».

LEGGI ANCHE: Consiglio provinciale di Vibo: passa la proposta di Piano del dimensionamento scolastico

Dimensionamento scolastico a Vibo, No alle linee guida nazionali da 6 consiglieri provinciali

Il Movimento 5 stelle contro il dimensionamento scolastico, il dibattito a Vibo Valentia – Video

Articoli correlati

top