domenica,Luglio 14 2024

Fabrizia, il Comune cerca due educatori per supportare gli alunni con disabilità

Il personale esperto lavorerà con gli allievi del locale istituto comprensivo. L’obiettivo è favorire l’integrazione di bimbi diversamente abili

Fabrizia, il Comune cerca due educatori per supportare gli alunni con disabilità
Il Comune di Fabrizia

Il Comune di Fabrizia ha diramato un avviso pubblico per la selezione di personale esperto da destinare al Servizio di assistenza specialistico-educativa per l’autonomia e la comunicazione da espletare nel locale istituto comprensivo. L’obiettivo è quello di supportare gli alunni con disabilità nel loro percorso di crescita formativa e umana. Si cercano in particolare due educatori professionali, una delle due figure specializzata in psicomotricità. L’intento del servizio, si fa rilevare nell’atto, «consiste nell’accrescere il livello di autonomia personale e di integrazione degli studenti portatori di disabilità, acquisire maggiore autonomia personale, sviluppare dinamiche relazionali, acquisire consapevolezza corporea, migliorare il linguaggio, acquisire strumenti e tecniche per superare le difficoltà, favorendo, tramite interventi educativi mirati, la partecipazione degli stessi alla vita scolastica». Più dettagliatamente «l’attività mira a consentire ai giovanissimi destinatari di consolidare lo schema corporeo, sviluppare e consolidare le abilità spaziali, acquisire una positiva immagine di sé, scoprire e dominare le emozioni, esprimersi in maniera progressivamente più corretta e funzionale». Per tali ragioni, si prevede supporto finalizzato alla rimozione degli ostacoli che limitano l’autonomia personale, la vita relazionale e socializzazione.

Il servizio include collaborazione con gli insegnanti curriculari e con i docenti di sostegno per il «raggiungimento degli obiettivi del piano di lavoro individuale e per la realizzazione delle attività di integrazione in ambito scolastico ed extrascolastico». Il rapporto con il Comune di Fabrizia, si specifica nell’atto, «avrà natura di collaborazione con prestazione d’opera occasionale a progetto. L’incarico avrà validità esclusivamente per l’anno scolastico 2023/2024, con decorrenza dalla data di sottoscrizione del contratto, con sospensione nei periodi in cui è sospesa l’attività didattica, secondo un calendario appositamente predisposto dalla scuola, a seconda delle esigenze degli alunni coinvolti». I destinatari del servizio saranno gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. Le domande per partecipare alla selezione scadranno il 31 gennaio 2024.

LEGGI ANCHE: Autismo e inclusione, l’impegno Angsa Vibo per il nuovo anno: «C’è ancora tanto da fare»

Scuola e lavoro oltre la disabilità, l’impegno dell’istituto alberghiero di Vibo

Disabilità e inclusione, Uici Vibo: «Pochi progetti e tempi infiniti per l’accesso ai servizi»

Articoli correlati

top