lunedì,Febbraio 6 2023

Campionato Volley A/2: terza vittoria consecutiva per la Tonno Callipo Vibo Valentia

A commentare il successo di Brescia è lo schiacciatore Michele Fedrizzi: «Abbiamo ottenuto tre punti di platino in un campo particolarmente insidioso per tutti»

Campionato Volley A/2: terza vittoria consecutiva per la Tonno Callipo Vibo Valentia
Michele Fedrizzi

Secondo exploit esterno e terza vittoria consecutiva in questo positivo avvio di stagione per la Tonno Callipo Vibo Valentia, che si impone in rimonta a Brescia per tre a uno al termine di un match gestito con buona autorevolezza e personalità. I giallorossi sono stati trascinati dal solito apporto in termini di punti dall’austriaco Paul Buchegger che con i 18 punti realizzati è salito al quinto posto della graduatoria generale dei migliori realizzatori del torneo cadetto con 63 punti nelle tre gare e 12 set disputati, a meno sette dal primo posto occupato dal 28enne danese Rasmus Breuning Nielsen in forza alla Videx Grottazzolina e, soprattutto, dal rientrante martello trentino Michele Federizzi, tenuto precauzionalmente a riposo per un piccolo problemino fisico rimediato nella rifinitura della domenica mattina dal tecnico brasiliano Cesar Douglas Silva a poche ore dall’esordio interno contro Grottazzolina.

A coronamento di questo fondamentale successo bisogna mettere in evidenza anche la regia varia del capitano Santiago Orduna che ha mandato in doppia cifra sia l’altro schiacciatore Nikola Mjiailovic (12 punti), che i due esperti centrali Davide Candellaro (14) e Alessandro Tondo (12). È il trentunenne Michele Fedrizzi a commentare il successo conquistato contro la formazione lombarda:  «Abbiamo ottenuto tre punti di platino in un campo particolarmente insidioso per tutti – dichiara – soprattutto per il fatto che il palazzetto è molto grande e dispersivo, con pochi punti di riferimento, ma siamo stati bravi a portare a casa una vittoria importante nonostante un inizio lievemente complicato».

È stata una prestazione conveniente in ogni fondamentale quella dei giallorossi con cinque atleti in doppia cifra, che non è sovente sui parquet pallavolistici di Serie A: «Esatto, con muri, ace o attacchi ognuno di noi ha dato un contributo determinante nei momenti più caldi della partita! E Santi è stato formidabile, riuscendo a gestirci al meglio!». Dopo tre giornate di regular season la classifica sembra già delinearsi con un testa testa tra Bergamo e Vibo, come ci conferma anche il martello trentino: «Con estrema franchezza, un testa a testa tra noi e Bergamo era quello che mi aspettavo già prima dell’inizio del campionato. Negli ultimi anni Bergamo ha vinto la regular season a mani basse.. non vedo l’ora di affrontarli!».

Sia nei due set finali che hanno ribaltato l’esito della gara di Lagonegro che nel turno infrasettimanale a Brescia, il contributo fornito da Michele Fedrizzi, non solo in termini di punti, è stato fondamentale per questo secondo successo esterno in terra bresciana. Ma l’atleta trentino non si pone limiti consapevole del fatto di poter ancora migliorare i giri del proprio motore«Sicuramente so di poter crescere ancora molto in battuta, ci sto lavorando e sicuramente riuscirò a dare alla nostra squadra un apporto maggiore anche in quel fondamentale».

Domenica pomeriggio al PalaMaiata arriva la Pool Libertas Cantù, un avversario sulla carta abbastanza agevole, ma bisogna comunque mantenere il livello della concentrazione sempre alto: «I canturini nel turno infrasettimanale hanno superato a sorpresa Cuneo dimostrando, per l’ennesima volta, che questo sarà un torneo molto competitivo. L’imperativo, dunque, deve essere sempre quello di concentrarsi sul nostro gioco, senza pensare a chi c’è dall’altra parte della rete». Il numero 15 della Tonno Callipo Calabria conclude con un pensiero rivolto ai tifosi giallorossi: «Contro Grottazzolina sono stati semplicemente calorosi e spero di vederli ancora più numerosi sulle gradinate del PalaMaiata nella sfida di domenica contro Cantù. Il mio augurio, dunque, è quello che il supporto del pubblico possa diventare la nostra arma in più per l’intera stagione, perché le vittorie condivise sono sempre le più belle».  

top