domenica,Febbraio 25 2024

L’allenatore vibonese Calzona trionfa con la nazionale slovacca e approda agli Europei di calcio

Il professionista originario di Cessaniti colleziona un importante traguardo grazie alla vittoria per 4-2 contro l’Islanda

L’allenatore vibonese Calzona trionfa con la nazionale slovacca e approda agli Europei di calcio
L'allenatore Calzona

Un allenatore vibonese, per la precisione di Cessaniti, sarà impegnato ai prossimi campionati Europei di calcio. Grazie alla vittoria per 4-2 contro l’Islanda, la Slovacchia allenata proprio da Francesco Calzona si è qualificata infatti a Germania 2024 chiudendo al secondo posto nel gruppo J. Classe 1968, Calzona siede sulla panchina della nazionale slovacca dall’agosto del 2022, quando ha firmato un contratto valido fino al 31 dicembre 2023 che, a questo punto, con la qualificazione alla competizione continentale in tasca, sarà sicuramente prolungato.
Da calciatore, ha giocato nella serie minori, a parte 3 presenze in Serie B con l’Arezzo. Da tecnico, invece, la sua carriera inizia nel dilettantismo. Nel 2004, sulla panchina della Castiglionese, società toscana di Promozione. La stagione successiva viene ingaggiato dal Torrita, sempre in Toscana. In quel periodo, però, il calcio non era la sua occupazione principale: Calzona, infatti, vendeva caffè.

La sua carriera da tecnico poi subì una svolta, intrecciandosi con quella di Maurizio Sarri (che aveva avuto come allenatore nel 2000 al Tegoleto), con il quale inizia come vice, nel 2007, sulla panchina dell’Avellino. Poi, sempre al seguito di Sarri, al Perugia nella stagione 2008-2009, all’Alessandria e poi al Sorrento, prima di arrivare all’Empoli. Nel club toscano Sarri si fa conoscere al grande pubblico e porta con sé Calzona al Napoli. In azzurro è tornato anche come collaboratore nella prima stagione di Spalletti. Nel mezzo un’avventura poco fortunata a Cagliari con Di Francesco allenatore.

La “buona parola” di Hamšík

Poi nell’agosto 2022, arriva la panchina della Nazionale slovacca. Tutto grazie all’ex capitano del Napoli Marek Hamšík, che lo ha suggerito alla Federazione slovacca: «È l’uomo giusto – disse “marechiaro”- . È stato fondamentale nel Napoli che ha sfiorato lo scudetto ed è lui che ha inventato Mertens in attacco. Insegna calcio come pochi». Nonostante l’iniziale scetticismo dei tifosi, ma soprattutto della stampa, l’allenatore calabrese è riuscito nella sua impresa ed ha staccato il pass per i prossimi Europei. Dopo Montella con la Turchia, Domenico Tedesco (anche lui calabrese) con il Belgio, Marco Rossi con l’Ungheria, con Francesco Calzona aumenta la rappresentanza di CT italiani qualificati al prossimo Europeo. A questo punto ne manca solo uno: Spalletti con l’Italia.

LEGGI ANCHE: A Favelloni la scuola di calcio Cessaniti academy: «Trasmettiamo i valori sani dello sport»

Francesco Calzona ha firmato: il vibonese è il nuovo allenatore della Slovacchia

È di Cessaniti il futuro allenatore della Slovacchia: «Calzona è l’uomo giusto»

Articoli correlati

top