venerdì,Luglio 30 2021

Play off quinto posto, Vibo si riscatta contro Verona: 3-1 al Palamaiata – Video

La Tonno Callipo cancella il deludente esordio nella fase post-season contro Cisterna superando gli scaligeri in quattro set. Protagonista il crotonese Corrado

Play off quinto posto, Vibo si riscatta contro Verona: 3-1 al Palamaiata – Video

Scatto d’orgoglio della Tonno Callipo che si riscatta dopo il tonfo di domenica scorsa a Cisterna incamerando i primi tre punti della post-season. La squadra di coach Baldovin nella seconda giornata della Pool Play Off 5° Posto sul taraflex del PalaMaiata ha superato l’NBV Verona per 3-1 (25-23, 25-23, 16-25, 25-17) trascinata da Abouba (top scorer con 19 punti) mettendoci orgoglio e carattere. Fin dall’inizio i vibonesi hanno mostrato il loro vero volto, quello di una squadra che ha ben impressionato per gran parte della stagione. In evidenza il giovane FrancescoCorrado, cresciuto nel vivaio giallorosso, schierato dal posto dell’infortunato Rossard e autore di ben 15 punti con 2 muri e il 48% in attacco. Al ventitreenne schiacciatore crotonese anche la palma del migliore del match. Buona anche la prestazione dell’americano Defalco (15 punti) e del centrale francese Chinenyeze (14 e 4 muri).

Coach Baldovin schiera il sestetto tipo ad eccezione di Corrado che rileva Rossard, per il resto diagonale Saitta-Abouba, centrali Cester e Chinenyeze, in banda Defalco, Rizzo libero. Stoytchev risponde con Spirito in regia e opposto Jensen, al centro Zingel e Aguenier, schiacciatori Kaziyski e Magalini. Il libero è Bonami. Partenza sprint della Tonno Callipo che si impone nei primi due set con il medesimo punteggio (25-23) mostrando determinazione e voglia di riscattarsi. Maggiore precisione dei giallorossi in attacco (42% e a muro, ben 9 vincenti nei primi due set). Leggero calo della formazione di Baldovin nel terzo parziale con Verona abile ad accorciare le distanze grazie alla spinta dell’opposto Jensen (6 punti). Nel successivo ed ultimo gioco a prevalere è stata la grinta di Vibo, sospinta dal brasiliano Abouba (8 punti), che scava un solco decisivo (12-6, 19-11) per chiudere il match. Importante anche il contributo dell’Mvp Corrado (4 punti) calatosi perfettamente nel ruolo e bravo a dare manforte in attacco.

Solo tre giorni di recupero per la formazione di Baldovin chiamata sabato 3 aprile al prossimo impegno in trasferta a Padova, ex squadra del tecnico della Tonno Callipo.

Primo set

Parte meglio Verona che si porta avanti 5-3. Ma Vibo recupera subito raggiungendo la parità 6-6, accumulando un certo vantaggio nei confronti degli scaligeri. Sul 13-10 per Vibo ecco il time out di Stoytchev a cercare di frenare l’irruenza dei calabresi, che però continuano a trovare varchi nel muro-difesa di Verona. Buona anche la lettura della Callipo a muro (saranno 6 vincenti a fine set) dove si fermano sia Jensen che Zingel. I calabresi così si portano avanti fino al 20-16. Altra pausa chiesta dal tecnico di Verona che sembra riprendere fiducia e proprio con un attacco di Jensen, che passa tra il muro di Corrado e Cester, raggiunge la parità 22-22. Vibo è però più lucida nel finale di set e Corrado con un pallonetto, Saitta con un muro su Magalini ed un errore di Jensen al servizio consegnano il primo set a Vibo. Alla fine decisivo l’attacco al 42% dei calabresi contro il 23% di Verona. 25-23.

Secondo set

Botta e risposta ad inizio set tra le due squadre: avanti Vibo 4-2, risponde Verona 8-7, brava ad allungare (11-8) sfruttando una difesa lacunosa dei calabresi che però si riabilitano col duo Chinenyeze-Saitta. Sono loro due a dare la spinta alla Callipo per il contro sorpasso. In particolare il capitano giallorosso infila ben tre ace che portano avanti la squadra vibonese (15-12), brava a gestire il vantaggio fino al 19-15. Qui Stoytchev nel time out cerca di riorganizzare i suoi ma Vibo non cede, respingendo comunque una squadra scaligera che si fa minacciosa, portandosi ad una sola lunghezza (22-21). Anche qui a prevalere è la maggiore determinazione di Saitta e compagni: il centrale Chinenyeze (6 punti) con un primo tempo e poi il solito Abouba (6 punti) tira fuori i suoi colpi decisivi in attacco, ottenendo un set-point, e poi chiudendo il secondo con un attacco preciso. Vibo ancora superiore in attacco (55%) rispetto a Verona (50%) che quando sembra sul punto di rientrare nel set cala in modo netto.

Terzo set

Coach Stoytchev opta per l’ingresso di Peslac per Spirito in regia. Dopo la parità 4-4 è Verona a prendere il largo, in particolare quando infila un parziale di 3-0 portandosi avanti 12-8, costringendo Baldovin al primo time out. Vibo non si riprende, anzi subito dopo bis del tecnico bellunese quando Verona ormai prende il largo, 15-11 e 20-11. Qui Vibo sembra arrendersi, entra anche la diagonale di riserva Chakravorti-Dirlic al posto di Saitta-Abouba, e Verona sospinta dall’intraprendente Magalini e dall’incisivo Jensen accorcia le distanze, imponendosi 25-16.

Quarto set

Altro piglio della Tonno Callipo in questo parziale: Saitta e compagni rientrano in campo determinati e desiderosi di non dare spazio a Verona, imprimendo fin dall’inizio il giusto ritmo. 4-2 e 11-6 (per un rosso all’irrequieta panchina ospite) raccontano di un passo diverso da parte dei calabresi, trascinati da super-Abouba, 8 punti, di cui 2 ace ed il 75% in attacco per lui in questo set. Il distacco si fa subito incolmabile per Verona, con Chinenyeze e Corrado (entrambi 4 punti) che contribuiscono alla vittoria di parziale ed incontro. Una vittoria che ha riproposto la bella Tonno Callipo ammirata per gran parte della stagione, sicuramente un buon viatico per il prosieguo della Pool ad iniziare dal match di sabato a Padova valido per la terza giornata.

Dichiarazione post-gara

Francesco Corrado (Tonno Callipo Calabria): «Sono soddisfatto a livello personale perché ho avuto l’opportunità di dimostrare le mie potenzialità, oltre ad essere molto contento per aver contribuito ad una vittoria importante per la squadra. Venivamo da una brutta partita a Cisterna dove non siamo stati il gruppo ammirato nel corso della stagione e volevamo riscattarci a tutti i costi. La delusione per l’eliminazione dalla semifinale scudetto si fa ancora sentire ma abbiamo l’obbligo di guardare avanti perché in palio c’è la Challenge Cup. Gli appuntamenti di questo mini torneo sono ravvicinati e c’è poco tempo per allenarsi però dobbiamo cercare di concentrare le forze in questa fase e stringere i denti e non farci sopraffare dalla stanchezza». 

Il tabellino

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – NBV Verona 3-1 (25-23, 25-23, 16-25, 25-18)

VIBO:
 Saitta 5, Abouba 19, Cester 6, Chinenyeze 14, Defalco 15, Rizzo (L pos 44%, pr 6%), Dirlic 1, Chakravorti, Corrado 15. Ne: Sardanelli (L), Rossard, Gargiulo, Victor. All. Baldovin.

VERONA:
 Spirito, Jensen 16, Aguenier 6, Asparuhov 1, Kaziyski 10, Bonami (L pos 75%, pr 44%), Peslac 2, Magalini 10, Zingel 4, Donati. Ne: Caneschi, Zanotti. All. Stoytchev.

ARBITRI: Brancati e Caretti.

Note – durata set: 28’, 30’, 24’, 25’. Totale 107’. Callipo: ace 9, bs 21, muri 10, errori 12. Verona: ace 7, bs 9, muri 6, errori 4. Mvp: Corrado (Tonno Callipo Calabria VV)

top