mercoledì,Giugno 29 2022

Torrente Sant’Anna, Fusca: «Continua a scaricare in mare, dall’assessore Russo false promesse»

Il componente del direttivo Azione contro l’esponente della giunta Limardo che aveva annunciato la deviazione del corso d’acqua nel depuratore di Portosalvo: «Basta slogan elettorali»

Torrente Sant’Anna, Fusca: «Continua a scaricare in mare, dall’assessore Russo false promesse»
Torrente Sant'Anna
Il torrente Sant’Anna

«Ancora una volta, le promesse dell’assessore Russo, rimangono tali e si scontrano con la realtà dei fatti. Il punto è sempre il torrente S. Anna, per il quale avevamo avuto rassicurazioni circa la sua deviazione presso il depuratore di Porto Salvo entro il 15 di maggio, ed invece ho potuto constatare personalmente come ancora lo stesso sversi in mare». Lo afferma in una nota stampa Francesco Fusca, componente del direttivo Azione. In particolare, l’assessore Russo a inizio maggio aveva affermato che il torrente sarebbe stato collettato al depuratore del Corap. [Continua in basso]

«Del resto – aggiunge Fusca – eravamo stati cauti nell’accogliere con positività l’annuncio dell’assessore al ramo ed avevamo assicurato, nell’interesse dei cittadini, un quotidiano controllo. Vi sono alcune problematiche, come quelle ambientali legate alla pulizia del mare, che non possono essere oggetto di slogan elettorali perpetui ma dovrebbero essere oggetto di azioni concrete a tutela della salute e dell’economia, posto che la stagione estiva è ormai prossima».

L’esponente di Azione prosegue: «Al prossimo consiglio comunale ancora una volta porteremo il tema all’attenzione dell’amministrazione evidenziando come il destino di Bivona è strettamente legato alla risoluzione di tale problematica, da cui dipende la totale balneabilità e soprattutto la salubrità dell’ambiente, posto che lo sversamento riguarda anche la sabbia. Speriamo che l’amministrazione con in capo il sindaco – conclude Fusca – inizino ad assumersi la responsabilità di governare in modo serio, concreto e senza false promesse. Del resto, fino ad oggi, quella della deviazione del torrente S. Anna è stata una falsa promessa».

Articoli correlati

top