lunedì,Agosto 8 2022

Ricadi, la spiaggia di Santa Maria ripulita da Legambiente e studenti reggini – Foto

Nell'ambito di un progetto Pon, sul litorale vibonese sono arrivati gli alunni dell'Istituto comprensivo di Laureana, Galatro e Feroleto. Le attività si sono svolte tra lo stupore e il plauso dei bagnanti

Ricadi, la spiaggia di Santa Maria ripulita da Legambiente e studenti reggini – Foto

Bellissima e partecipata iniziativa a tutela delle spiagge e degli ecosistemi marini a Santa Maria di Ricadi, organizzata dal Circolo Legambiente Ricadi e dall’Istituto comprensivo di Laureana, Galatro e Feroleto. Nell’ambito della campagna nazionale “Spiagge e fondali puliti” di Legambiente, i bambini di alcune classi dei comuni del Reggino, accompagnati dai propri insegnanti e dai sindaci dei Comuni di provenienza, hanno ripulito la spiaggia di Santa Maria, a testimonianza del fatto che le spiagge sono un bene di tutti e, soprattutto, che le bellezze paesaggistiche non hanno confini. Nell’ambito di un progetto Pon, l’Istituto comprensivo reggino è stato presente sulla costa ricadese per alcuni giorni e ha dedicato un’intera giornata per mettere in pratica, guidati dal locale circolo di Legambiente, le nozioni acquisite in ambito della tutela ambientale. Una giornata di cittadinanza attiva che ha visto protagonisti, sulla spiaggia, i giovani studenti intenti anche a raccogliere i rifiuti abbandonati, tra la sorpresa e il sostegno dei bagnanti. [Continua in basso]

Una giornata non solo dedicata al civismo ma soprattutto alle attività di educazione ambientale che ha visto la partecipazione dei volontari di Legambiente, gli insegnanti e il vicario d’Istituto Biagio Laruffa, i sindaci dei comuni di Candidoni Vincenzo Cavallaro e di Laureana di Borrello Alberto Morano, il vice sindaco del comune di Ricadi Domenico Locane, il consigliere provinciale Domenico Tomaselli e una delegazione della Guardia costiera di Tropea guidata dal Capo di prima classe np Vincenzo Del Rosso. Dopo l’intervento introduttivo dell’insegnante Enzo Ienuso – il quale si è soffermato sulle attività scolastiche che hanno portato i ragazzi delle scuole della provincia regina sulla costa ricadese -, è stata la volta dei volontari del circolo di Ricadi, i quali hanno affrontato le varie tematiche ambientali riguardanti la tutela degli ecosistemi marini. In particolare il presidente dell’associazione Franco Saragò ha sottolineato che i paesaggi, le spiagge, il mare e gli ecosistemi sono un bene di tutti e, anche in quanto tali, devono essere tutelati. La presenza delle scuole di Laureana, Galatro e Feroleto lo hanno testimoniano e, al contempo, rappresentano un forte messaggio in tal senso. Concetti questi ribaditi dalle autorità presenti all’iniziativa, ad iniziare dal vicesindaco di Ricadi Locane e dal consigliere provinciale Tomaselli che, tra l’altro nell’accogliere i presenti, hanno espresso parole di apprezzamento per le attività portate avanti dalla scuola e da Legambiente.

A seguire i saluti dei sindaci di Candidoni e Laureana e dal vicario d’istituto, in rappresentanza del dirigente scolastico Enza Loiero. Da tutti, ad unisono, è emerso un appello affinché vengano adottati, ai vari livelli, stili di vita improntati alla tutela dell’ambiente. In conclusione l’intervento degli uomini della Guardia costiera che ha catalizzato l’interesse degli studenti. Tra i temi affrontati: la tutela del mare e della biodiversità, le attività svolte dalla Guardia Costiera a salvaguardia delle coste, la sicurezza in mare dei bagnanti e gli effetti delle microplastiche sulla salute umana. L’iniziativa finalizzata alla sensibilizzazione dei giovani studenti, ha rappresentato anche un importante occasione di confronto tra i vari rappresentanti istituzionali presenti, in ordine alle condizioni del mare e della fruibilità delle spiagge. La manifestazione si è conclusa con lo slogan “Riprendiamoci le spiagge” gridato dagli studenti per ribadire a tutti che il mare e le spiagge sono un bene comune da tutelare. [In basso la fotogallery]

         

Articoli correlati

top