Tropea è Bandiera Blu: è la prima volta per la Perla del Tirreno

VIDEO - La cittadina vibonese figura nello speciale elenco che premia le località marinare e lacustri virtuose da un punto di vista ambientale
VIDEO - La cittadina vibonese figura nello speciale elenco che premia le località marinare e lacustri virtuose da un punto di vista ambientale
Informazione pubblicitaria
Una suggestiva panoramica di Tropea
Informazione pubblicitaria
La spiaggia più famosa di TRopea

Tropea ottiene la Bandiera blu e, per la prima volta nella sua storia, entra nella speciale classifica dall’istituzione del premio. Ma non solo: la Perla del Tirreno sarà tra le otto città italiane rappresentative dell’ambito riconoscimento che dal 1987 premia le località balneari di 49 paesi nel mondo.

Assegnato dalla Fee (Fondazione per l’educazione ambientale) ai luoghi che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, il riconoscimento ripaga l’azione amministrativa del sindaco, Giovanni Macrì, e dell’intera giunta, che sin dall’insediamento nell’ottobre del 2018 ha operato nella direzione della sensibilizzazione ambientale: «È una conquista che ci spinge a fare ancora di più – commenta il sindaco – anche perché adesso bisogna mantenerla e siamo già al lavoro per l’edizione 2021. La Bandiera blu è una strategia amministrativa ben chiara che pone al centro della propria agenda l’ambiente e la valorizzazione del luogo in cui viviamo, per questo siamo felici, sia da amministratori che da abitanti di Tropea». [Continua]

Informazione pubblicitaria

Il riconoscimento nell’anno del Lockdown

Un’assegnazione che potrebbe avere il sapore della beffa, vista la grave incertezza che regna sul comparto turistico per via della pandemia, anche se Macrì vede il bicchiere mezzo pieno: «Se fosse stato un anno “normale” la celebrazione sarebbe stata diversa, ma intanto incassiamo un titolo molto difficile da ottenere, visti i rigidi criteri che stanno alla base dell’assegnazione, e lavoriamo per fare sempre meglio».

Nel dettaglio, a essere premiate in tutta la regione ci sono nuove e vecchie conoscenze della Fee. Per la provincia di Catanzaro: Soverato e Sellia Marina. Per la provincia di Cosenza: Roseto Capo Spulico, Trebisacce, San Nicola Arcella, Praia a Mare, Tortora, Villapiana, Rocca Imperiale (nuova). Provincia di Crotone: Cirò Marina e Melissa. Provincia di Reggio Calabria: Roccella Jonica, Siderno (nuova). Provincia di Vibo Valentia: Tropea.

L’edizione 2020

Aumentano quest’anno in Italia le Bandiere Blu, i riconoscimenti ai comuni marinari e lacustri con le acque più pulite e il maggior rispetto dell’ambiente. Sono 195 i comuni italiani che le hanno ottenute nel 2020, 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso. I nuovi ingressi sono 12, e non c’è nessuna uscita. Hanno ottenuto il riconoscimento anche 75 approdi turistici.

Le 12 new entry per i comuni sono Gozzano (Piemonte), Diano Marina (Liguria), Sestri Levante (Liguria), Montignoso (Toscana), Porto Tolle (Veneto), Vico Equense (Campania), Isole Tremiti (Puglia), Melendugno (Puglia), Rocca Imperiale (Calabria), Tropea (Calabria), Siderno (Calabria), Alì Terme (Sicilia).

Fra gli approdi arrivano quest’anno Cala Cravieu (Celle Ligure, Liguria), Vecchia Darsena Savona (Savona, Liguria), Cala Gavetta (La Maddalena, Sardegna), Marina Porto Azzurro (Porto Azzurro, Toscana), Porto degli Aragonesi (Casamicciola, Ischia, Campania). Perdono la Bandiera Blu nel 2020 il Porto turistico Marina di Policoro (Policoro, Basilicata) e la Marina del Nettuno (Messina, Sicilia).