Pardea ed Arena spariti da Vibo, le ipotesi sulla scomparsa e le ricerche ad ampio raggio – Video

Le forze dell’ordine impegnate a battere palmo a palmo il territorio. Diversi gli aspetti che non tornano in una vicenda ancora tutta da chiarire

Le forze dell’ordine impegnate a battere palmo a palmo il territorio. Diversi gli aspetti che non tornano in una vicenda ancora tutta da chiarire

Informazione pubblicitaria

Il territorio è battuto palmo a palmo. I carabinieri del comando provinciale di Vibo Valentia, con il supporto delle altre forze di polizia, cercano i due “spariti”: Bartolomeo Arena, 43 anni, e Francesco Antonio Pardea, di 32. E’ il quarto giorno senza loro notizie. Una lupara bianca simulata, per darsi alla macchia e scongiurare gli effetti di una nuova ondata di arresti, determinati dalle dirompenti rivelazioni dei collaboratori di giustizia Andrea Mantella e Raffaele Moscato, o una lupara bianca reale, una vendetta consumata verso due figure emergenti in uno scenario criminale scosso dalla controffensiva coordinata dal pool di Nicola Gratteri?

Tutte le piste sono aperte, mentre sul caso c’è stretta collaborazione tra la Procure di Vibo Valentia e Catanzaro. Si parte dall’auto a bordo della quale sono spariti: un’utilitaria recuperata nell’Angitolano, a pochi chilometri da uno degli svincoli dell’A2. Avevano un appuntamento nel pericolosissimo territorio dei Fiumara di Francavilla, degli Anello di Filadelfia e dei Fruci di Acconia, con qualcuno che li ha attirati in una trappola, oppure grazie ad una staffetta hanno raggiunto l’uscita autostradale per dileguarsi e simulare una scomparsa? E’ un giallo. Gli inquirenti sanno che Pardea ha un nome che pesa in certi ambienti e non sarebbe stato certo eliminato senza l’accordo di più clan. E sanno pure – gli investigatori – che un caso di lupara bianca di tale natura è un lusso che le cosche non potrebbero permettersi in questa fase storica. E Arena? Potrebbe avere disturbato qualcuno provando ad occupare quel vuoto provocato dalla collaborazione di Andrea Mantella con la giustizia? Perché farlo sparire insieme a Pardea, rendendo ancor più clamorosi i contorni di questo delitto? Domande a cui magistrati e carabinieri sono chiamati a dare risposta e che alimentano il sospetto che ci si trovi dinanzi ad un allontanamento volontario. C’è però un dettaglio che nessuno trascura e che suffraga l’ipotesi della lupara bianca: entrambi gli “spariti” hanno dei bambini piccoli. E dai figli è molto difficile che un genitore si allontani volontariamente.                 

LEGGI ANCHE: Scomparsa di Arena e Pardea da Vibo, indagini a tutto campo – Video

Criminalità, in due irreperibili a Vibo Valentia

Violazione della sorveglianza, assolto a Vibo Domenico Pardea

Spari contro pizzeria di Vibo Marina, un arresto per pena definitiva

Violazione della sorveglianza, assolto a Vibo componente della “famiglia” Pardea

Spari contro una pizzeria a Vibo Marina, due condanne in Cassazione

Tentata estorsione, arrestato dal parrucchiere a Pizzo Domenico Pardea

Violazione della sorveglianza: obbligo di firma per il vibonese Pardea

‘Ndrangheta: gli accordi fra i lametini ed i vibonesi per le pressioni sulle attività commerciali