lunedì,Luglio 15 2024

Catanzaro, detenuto salvato da un tentativo di suicidio aggredisce agente

La denuncia di Durante, segretario generale aggiunto del Sappe: «Non è più possibile tollerare tanta violenza nei riguardi del personale in servizio»

Catanzaro, detenuto salvato da un tentativo di suicidio aggredisce agente

Un’aggressione ai danni del personale della Polizia penitenziaria si è verificata nella casa circondariale di Catanzaro dove un detenuto è stato prima salvato dagli agenti da un tentativo di impiccagione e, successivamente, in evidente stato confusionale, dovuto forse all’assunzione di sostanze eccitanti, ha aggredito un sovrintendente della Polizia penitenziaria, colpendolo con pugni. Lo rende noto Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe. Il sovrintendente è stato medicato e giudicato guaribile in sette giorni. «Chiediamo che nei confronti del detenuto, responsabile dell’aggressione – afferma Durante – vengano messe in atto tutte le disposizioni normative e amministrative previste, compreso il trasferimento in altra regione, atteso che non è più possibile tollerare tanta violenza nei confronti del personale in servizio. Al collega vittima dell’aggressione la nostra vicinanza e l’augurio di una pronta guarigione». (Ansa)

LEGGI ANCHE: Nuova aggressione nel carcere di Rossano, ferito un agente

Ancora violenza in carcere, agente aggredito da un detenuto a Reggio Calabria

Emergenza personale al carcere di Vibo: presentato un esposto alla Corte Europea – Video

Articoli correlati

top