‘Ndrangheta e arresti: sospesi sindaco di Pizzo e consigliere di Vibo

Provvedimento del prefetto dopo l’operazione “Rinascita-Scott” della Dda di Catanzaro e dei carabinieri. L’attenzione si sposta ora sulle infiltrazioni mafiose in diversi enti locali
Provvedimento del prefetto dopo l’operazione “Rinascita-Scott” della Dda di Catanzaro e dei carabinieri. L’attenzione si sposta ora sulle infiltrazioni mafiose in diversi enti locali
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
Il consigliere del Pd Alfredo Lo Bianco

Il prefetto di Vibo Valentia, considerati gli esiti dell’indagine di polizia giudiziaria coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro e denominata Rinascita – Scott, ha sospeso dalle rispettive cariche il sindaco di Pizzo, Gianluca Callipo (finito in carcere) e il consigliere comunale di Vibo Valentia del Pd, Alfredo Lo Bianco (finito agli arresti domiciliari).

Le misure cautelari adottate dal gip distrettuale determinano, di diritto, le sospensioni dalle cariche elettive. Si tratta del primo provvedimento della Prefettura dopo l’operazione antimafia. Altri vengono attesi nelle prossime ore poiché nella stessa ordinanza si fa chiaro riferimento alle infiltrazioni della ‘ndrangheta in diversi enti locali.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta, operazione Rinascita: tutti i nomi dei 416 indagati

“Rinascita”: arrestato anche un assistente giudiziario del Tribunale di Vibo

‘Ndrangheta: “Rinascita”, fra gli arrestati pure un carabiniere in servizio a Vibo

Rinascita: le infiltrazioni dei clan sul Comune di Vibo

Operazione Rinascita, veterinaria dirigente Asp di Vibo fra gli arrestati

L’inchiesta Rinascita e il Comune di Pizzo, ecco tutte le accuse

‘Ndrangheta, il locale di Vibo e le tre ‘ndrine che si dividono la città

Corruzione: tutte le accuse al comandante dei vigili di Vibo Filippo Nesci