mercoledì,Gennaio 19 2022

Ritorna il calendario di Tropea: una “finestra” aperta sulle tradizioni e storie locali

Il 12 mesi si arricchisce delle immagini di palazzi che adornano il centro storico del borgo più bello d’Italia

Ritorna il calendario di Tropea: una “finestra” aperta sulle tradizioni e storie locali

Dopo il successo della prima edizione, torna il Tropea Kalendarium. Per i promotori si tratta di un esperimento ben riuscito che spera di diventare tradizione. Nato quasi per gioco ha conquistato l’ammirazione dei tanti grazie alla ricchezza delle notizie offerte, mese dopo mese, attraverso le “finestre” spalancate sulla storia cittadina: «Accanto al folclore, alla gastronomia, ai proverbi, ai personaggi e a dissero, tematiche svolte tutte in chiave rigorosamente tropeana – spiegano gli ideatori- si trovano gli spazi denominati Raf e Albino per omaggiare rispettivamente il nostro grande pittore Lorenzo, a cent’anni dalla sua nascita, e l’altrettanto grande attore Vallone, a vent’anni dalla morte, mentre religiosità ci parla dell’amato padre Mottola nell’anno dedicato alla sua beatificazione».

I portali di Tropea

La chicca dell’edizione 2022 sono i portali di dodici tra i tanti palazzi «che adornano il centro storico, elemento assolutamente connotativo del borgo più bello d’Italia, magnificamente rappresentati dai disegni tratti da “Tropea: il rilievo della città. Permanenze e componenti storicizzate”, pregevole opera, del 2004, del professore e architetto Giuseppe Lonetti che ringraziamo».

Il Tropea Kalendarium

Il 12 mesi si propone di offrire con la giusta leggerezza, occasioni di conoscenza, curiosità e spaccati tipici di vita tropeana ed è stato concretizzato grazie ad un apposito gruppo di lavoro. Ringraziamenti sono giunti all’indirizzo di Loredana Rivoltella, Dario Godano, Beatrice Lento, Andrea Addolorato, Mariantonietta Pugliese, Roberto Scalfari e Greta Trecate, cittadini innamorati di Tropea che hanno offerto un pregevole servizio accompagnandolo col sorriso.

Articoli correlati

top