mercoledì,Maggio 22 2024

Eventi estivi: per il programma il Comune di Vibo tira dentro ditte, associazioni, consorzi e privati

La giunta comunale approva la proposta dell'assessore al Turismo Michele Falduto. Prevista la concessione di contributi finanziari e tanto altro

Eventi estivi: per il programma il Comune di Vibo tira dentro ditte, associazioni, consorzi e privati
Una veduta panoramica di Vibo Valentia
L’assessore Michele Falduto

L’amministrazione comunale di Vibo Valentia pensa già alla programmazione di eventi in vista della prossima estate, oramai quasi alle porte, e punta a promuovere anche per la prossima stagione una serie di manifestazioni turistiche, culturali e ricreative. La giunta comunale di Vibo Valentia ha, infatti, approvato – con propria delibera – la proposta dell’assessore al Turismo Michele Falduto di una programmazione coordinata con le associazioni culturali e non, i singoli individui, le ditte e i Consorzi, in quanto l’amministrazione guidata dal sindaco Maria Limardo è certa che  «alla completa realizzazione del calendario di manifestazioni estive contribuiranno, con iniziative proprie, numerose associazioni del territorio» e che questa amministrazione intende, come negli anni passati, «incentivare e sostenere queste iniziative con contributi finanziari, le cui eventuali modalità di assegnazione saranno stabilite con separati atti». A tutti gli ammessi alla programmazione degli eventi estivi, inoltre, Palazzo Luigi Razza è pronto a concedere il patrocinio e l’utilizzo del logo della Città di Vibo Valentia, nonché «mettere a disposizione, compatibilmente con le relative disponibilità, gli edifici e gli spazi di proprietà comunale, auspicando così il coinvolgimento di tutte le zone cittadine e marine per ospitare lo svolgimento delle iniziative proposte».

Programmate già alcune manifestazioni

Il lungomare di Vibo Marina

Ma non basta: sempre la giunta comunale ha, altresì, autorizzato l’assessore del capoluogo a programmare e curare anche le seguenti manifestazioni: l’organizzazione di un contest fotografico «con lo scopo di valorizzare nuovi talenti fotografici»;  l’installazione di un Luna Park, a Vibo Marina nei pressi del Piazzale della Capitaneria di Porto o in altra area da identificare, «che sia di grande spettacolarità e di forte attrazione turistica»; organizzare l’evento “Street Art Vibo” allo scopo di «migliorare le aree degradate e renderle  accoglienti al punto tale di attirare anche l’attenzione dei turisti appassionati di questa forma d’arte»; verificare la possibilità di assegnare licenze per il servizio di trasporto turistico da svolgersi nella frazione di Vibo Marina, mediante veicoli della categoria L4 e L5 (Ape Calessino) omologati per il servizio di noleggio con conducente».

Calendario dall’1 maggio al 30 settembre

Maria Limardo, sindaco di Vibo Valentia

Le iniziative che, dunque, saranno messe in atto dovranno tenere conto che l’amministrazione comunale  – si legge nella delibera – «presta particolare attenzione alla promozione turistica del proprio territorio, valorizzandone il patrimonio storico, artistico, culturale ed ambientale e che cura da diversi anni  l’organizzazione e la realizzazione di un programma di manifestazioni culturali e di spettacolo durante la stagione estiva, le quali rappresentano un valido strumento per incrementare ed incentivare l’afflusso turistico e nel contempo per promuovere l’immagine del Comune». L’amministrazione Limardo sottolinea, poi, che «gli eventi da organizzare, oltre a favorire momenti di aggregazione sociale, hanno  funzione di incentivo economico a sostegno delle attività commerciali» e che, dunque, «l’organizzazione tempestiva ed efficiente delle iniziative culturali e turistiche rappresenta  lo strumento principale per dare un maggiore impulso all’immagine della città e per determinare un miglioramento dell’offerta turistica, culturale e ricreativa complessiva del territorio».

Da qui  – come detto all’inizio – la necessità da parte della giunta  di «una programmazione coordinata con le associazioni culturali e non, i singoli individui, le ditte e i consorzi, che «consentirà così di creare occasioni di natura culturale e  turistica che mirino a destagionalizzare l’offerta turistica principale del territorio ad oggi», nonché offrire ai cittadini una città attiva e vivace sotto ogni punto di vista e che possa infine rappresentare elemento propulsore per le attività economiche del territorio». Il calendario degli eventi abbraccia un periodo che va dall’1 maggio al 30 settembre prossimi.

Articoli correlati

top