venerdì,Maggio 20 2022

Sistema bibliotecario vibonese, Corrado L’Andolina è il nuovo presidente

Eletto all'unanimità dall'assemblea dei sindaci, l'attuale primo cittadino di Zambrone annuncia: «Ora è il momento del rinnovamento»

Sistema bibliotecario vibonese, Corrado L’Andolina è il nuovo presidente
La sede del Sistema bibliotecario vibonese e, nel riquadro, Corrado L'Andolina

Corrado L’Andolina, attuale sindaco del Comune di Zambrone, è il nuovo presidente del Sistema bibliotecario vibonese. È stato eletto all’unanimità dall’assemblea dei sindaci, subentra ad Antonio Lampasi, primo cittadino di Monterosso.
Situato nello storico complesso di Santa Chiara, il Sistema bibliotecario vibonese è dotato di un corposo patrimonio librario e da anni è promotore di innumerevoli iniziative culturali. Tra queste, il festival “Leggere e scrivere” che si è imposto come uno dei più prestigiosi su scala nazionale. Da menzionare poi il ruolo centrale svolto nell’ambito del Sistema bibliotecario regionale (Sbr) e nel portale bibliotechecalabria.it che annovera i cataloghi dei libri di tutte le biblioteche calabresi aderenti al Sbr. [Continua in basso]

Il neoeletto presidente, Corrado L’Andolina ha dichiarato: «Ho accettato questo ruolo per l’amore profondo che nutro verso la città di Vibo Valentia e dell’intera provincia che subirebbero gravissimo vulnus dalla chiusura o dal depotenziamento del Sbv. Anzi, l’intera Calabria subirebbe serio pregiudizio dalla concretizzazione di tale eventualità. Di certo, è il momento del rinnovamento del Sbv che dovrà essere prima di tutto strutturale, per cui sarà necessario dotarsi di strumenti organizzativi appropriati alle sfide dei tempi. E in secondo luogo nel modo di approcciarsi a una politica della cultura ispirata, sempre di più, dalla dialettica e dalla sintesi. Il resto è nelle mani delle istituzioni che ne fanno parte o di imprescindibile riferimento, le quali, in breve tempo, avranno l’onere di dimostrare, coi fatti, se ed in che termini intenderanno approcciarsi a questo nuovo percorso. Politica e cultura, binomio inscindibile, sono, d’altronde, gli strumenti più efficaci per cambiare, in meglio, il mondo che ci circonda».

Articoli correlati

top