mercoledì,Giugno 19 2024

Dalle lezioni di yoga ai corsi di acquerello: tutti i progetti della Biblioteca comunale di Vibo

Ampia partecipazione ai laboratori promossi dalla struttura sita in via Palach. Gli operatori: «Buoni risultati che spingono alla creazione di nuove iniziative»

Dalle lezioni di yoga ai corsi di acquerello: tutti i progetti della Biblioteca comunale di Vibo
L'ingresso della Biblioteca comunale

Non solo libri anche percorsi dedicati al benessere e all’arte. La biblioteca comunale di via Palach si apre agli utenti attraverso un variegato ventaglio di servizi. Molte attività sono state pensate per i piccoli lettori, per permettere ai bambini di avvicinarsi ai libri con spirito di curiosità. Altre sono invece dedicate al mondo degli adulti. Il centro culturale di Vibo città, infatti, cerca di venire incontro alle esigenze dei cittadini su modello delle moderne biblioteche. Per la Biblioteca comunale si tratta di un rifiorire, dopo periodi di incertezza dovuti alla chiusura. [Continua in basso]

Tra le iniziative che vengono settimanalmente promosse figurano le lezioni di yoga e meditazione per adulti che si svolgono due volte a settimana, mercoledì e venerdì mattina (dalle 10.30 alle 11.30); corso di acquarello per adulti, ogni giovedì dalle 16.30 alle 18.20. In lampa di lancio il corso di scrittura creativa e poi le lezioni di disegno per bambini dai 7 ai 10 anni. Il tema sarà Harry Potter. In questo caso l’appuntamento è previsto ogni martedì pomeriggio dalle 16.30 alle 18.20. Ci sono poi le letture animate con laboratori a tema per bimbi dai 0-6 anni ogni martedì pomeriggio dalle 17.00 alle 18.00. E ancora il corso di decorazione che si tiene ogni giovedì mattina dalle 10.30 alle 12.00. Una volta al mese, inoltre, la biblioteca sopita gruppi di lettura adulti e un gruppo di lettura dedicato alle donne. Caterina Nacci, educatrice, gestisce i laboratori per i piccoli utenti registrando giorno dopo giorno un interesse crescente: «I corsi vengono frequentati con entusiasmo. Gli utenti si trovano a proprio agio e per gli operatori è un segnale positivo. Sono momenti di condivisione e scambio di idee rispetto alle passioni comuni di chi frequenta. Tutto questo avviene nei locali confortevoli della biblioteca. Non possiamo che essere soddisfatti dei risultati e per il futuro – assicura- non mancheranno ulteriori progetti».

LEGGI ANCHE: Vibo e il suo straordinario reperto: la laminetta aurea di Hipponion fra anima, morte e Aldilà

Brattirò, la casa dell’artista Giuseppe Pugliese sede dell’associazione “Le Tarme”

Articoli correlati

top