lunedì,Giugno 17 2024

La “Festa del pane” di Stefanaconi marchio di qualità Epli, la Pro loco: «Prestigioso riconoscimento»

Palazzo Madama a Roma ha ospitato la cerimonia di premiazione che ha visto tra i protagonisti anche un altro storico evento vibonese, la Sagra della Pitta Chjina di San Costantino Calabro

La “Festa del pane” di Stefanaconi marchio di qualità Epli, la Pro loco: «Prestigioso riconoscimento»

La “Festa del pane” di Stefanaconi ha ottenuto il marchio di qualità Epli. Nei giorni scorsi, il sindaco Salvatore Solano, e il presidente della Pro Loco, Francesco Chiarella sono stati a Roma per la consegna del riconoscimento. Il marchio di qualità “premia” gli eventi che promuovono il patrimonio materiale e immateriale dei territori, anche dei contesti più piccoli. Si tratta di appuntamenti capaci di apportare vitalità all’economia locale. Tra i premiati vibonesi figura anche la Sagra della Pitta Chjina, ormai storica manifestazione made in San Costantino Calabro. Altri riconoscimenti sono stati tributati al Carnevale di Castrovillari e al palio storico di Gerace. Appuntamenti in grado di catalizzare l’attenzione di un pubblico vasto, ben oltre i confini provinciali.

La premiazione a Roma

L’evento nazionale è stato ospitato a Palazzo Madama, sede del Senato. Qui sono stati consegnati i premi alle Pro loco che si sono distinte per qualità e la storicità delle manifestazioni promosse sul proprio territorio. Presenti il presidente nazione Epli, Pasquale Ciurleo, parlamentari, senatori, sindaci e rappresentati delle Pro loco provenienti da più parti d’Italia. Una giornata pregna di soddisfazioni. Emozionato il presidente della Pro loco di Stefanaconi, Chiarella: «La consegna del premio – ha affermato – è il giusto riconoscimento a questa realtà associativa che da 30 anni, ininterrottamente, è viva e presente sul territorio comunale. Infine – ha aggiunto – il merito di questo premio va soprattutto ai soci e ai tanti amici che hanno reso possibile, con il loro instancabile impegno e lavoro che la nostra sagra del pane, oltre a rappresentare un atteso appuntamento estivo, potesse ottenere un simile e prestigioso riconoscimento». Quindi le parole del primo cittadino Solano, il quale ha voluto sottolineare il ruolo che ha svolto e continua a svolgere il sodalizio, ricordando quel nobile passato che diede il via ad un vero cambiamento social: «Il nostro impegno – ha evidenziato – è di programmare iniziative e costruire prospettive che abbiano valore economico, partendo proprio da quel marchio di qualità che il Pane di Stefanaconi potrebbe rappresentare. La strada è tracciata e i progetti – ha assicurato – sono già in itinere».

LEGGI ANCHE: La festa del pane di Stefanaconi e la sagra della pitta di San Costantino ottengono il marchio qualità Epli

Il panino Mediterraneo premiato ai Campionati nazionali di cucina sbarca a Zambrone  

Aeroporti calabresi, la ‘nduja potrà “volare”: via libera per il trasporto nel bagaglio a mano

Articoli correlati

top