martedì,Giugno 28 2022

Pnrr, Comune di Vibo e Guardia di Finanza firmano un Protocollo contro frodi e abusi

L’accordo sottoscritto questa mattina dal sindaco Maria Limardo e dal comandante provinciale, colonnello Massimo Ghibaudo, nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali

Pnrr, Comune di Vibo e Guardia di Finanza firmano un Protocollo contro frodi e abusi
La firma del Protocollo questa mattina in Comune

Sottoscritto questa mattina, nella sala consiliare del Comune di Vibo Valentia, un Protocollo d’intesa tra l’amministrazione di Palazzo Luigi Razza e il comando provinciale della Guardia di Finanza a tutela della spesa pubblica. L’accordo, firmato dal sindaco Maria Limardo e dal comandante provinciale, colonnello Massimo Ghibaudo, nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali, mira – è stato sottolineato – a «migliorare l’efficacia delle misure volte a prevenire, ricercare e contrastare le violazioni in danno degli interessi economico-finanziari dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli enti locali, connesse alle misure di sostegno e finanziamento del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). In particolare, per quanto riguarda la prevenzione e l’individuazione delle frodi, dei casi di corruzione, dei conflitti di interesse e della duplicazione dei finanziamenti». [Continua in basso]

Intesa contro frodi e abusi economico-finanziaria

Il documento prevede, tra l’altro, che il Comune di Vibo Valentia comunichi alla Guardia di Finanza «informazioni e notizie circostanziate, ritenute rilevanti per la repressione di irregolarità, frodi e abusi di natura economico-finanziaria, di cui sia venuto a conoscenza, avendo cura di segnalare, altresì, elementi su interventi, realizzatori o esecutori che presentino particolari indici di rischio, quale ausilio per le autonome attività di analisi e controllo che la Guardia di Finanza potrà effettuare nell’ambito delle proprie prerogative istituzionali». Il Protocollo d’intesa, che resterà in vigore fino al completamento del Pnrr e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2026, mira dunque – è stato detto stamane in Comune a più voci – «a garantire il corretto impiego dei fondi pubblici che aiutano la crescita produttiva e occupazionale e contribuiscono, nell’attuale congiuntura, ad arginare l’impatto negativo della crisi economica e sociale conseguente all’emergenza pandemica e a sostenere il rilancio del Paese».

100 milioni di euro dal Pnrr

Vibo Valentia è il primo comune calabrese che stipula il protocollo d’intesa. «Un ulteriore presidio di legalità – afferma il sindaco Maria Limardo – sulle risorse già arrivate e in arrivo da parte del Pnrr. Si tratta di ingenti risorse finanziarie, sono già arrivati in città – ha sottolineato il sindaco durante la conferenza stampa – 20 milioni di euro sulla rigenerazione urbana, 4 milioni di euro sui servizi sociali e 2 milioni per il contrasto al lavoro nero. Per un totale, da qui a qualche mese, di 100 milioni di euro. Tutti derivanti dal Pnrr. Immaginiamo – ha proseguito il primo cittadino – situazioni che potrebbero deviare il percorso normativo. Vogliamo che queste risorse siano utilizzate in modo regolare, vadano ai giusti beneficiari, nella giusta quantità e nei tempi giusti. Il protocollo è dunque un ulteriore presidio di legalità dell’azione amministrativa a beneficio della cittadinanza. L’obiettivo è quello di evitare che le somme vengano disperse o peggio ancora – ha affermato Maria Limardo – possano intraprendere percorsi illeciti che tanto hanno danneggiato la Calabria».

top