domenica,Luglio 14 2024

Imprese calabresi in crisi: in 1500 hanno chiuso negli ultimi tre mesi – Video

Secondo lo studio condotto da Movimpresa la provincia di Vibo Valentia è la più virtuosa con un tasso di crescita di +0,66%

Imprese calabresi in crisi: in 1500 hanno chiuso negli ultimi tre mesi – Video

Le saracinesche abbassate lungo corso Vittorio Emanuele III sono l’immagine più eloquente della crisi che si è abbattuta sulla città e non solo. Secondo un’indagine condotta da Movimprese, sul rapporto di natalità e mortalità delle attività produttive, Vibo Valentia, una delle province più povere di Italia e con il tasso di disoccupazione più alto, è anche la provincia che registra un minor numero di imprese che hanno cessato la loro attività. Il tasso di crescita è infatti di +0,66%. In tutta la Regione oltre 1500 quelle che hanno chiuso i battenti.

Resistono i commercianti ma non è facile in questo deserto. La crisi non ha risparmiato neppure i generi di prima necessità. Vendite in calo anche al mercato ortofrutticolo. Il tema è stato al centro dell’ultima puntata di Dentro la notizia, il format condotto da Pasquale Motta in onda dal lunedì al venerdì dalle ore 14.30 su LacTv. Tra gli ospiti Rocco Fresca direttore di Confesercenti Vibo che parla di città alla frutta. «Basti guardare le saracinesche abbassate lungo il principale corso. Tra le cause di questo spopolamento anche i centri commerciali che hanno assorbito il 50% delle attività». Punta il dito contro i governi che si sono succeduti: «Non hanno capito che il commercio e le piccole imprese avrebbero potuto dare un supporto alla popolazione. Anche gli amministratori di Vibo Valentia non hanno saputo frenare questa emorragia». La proposta è quella di introdurre i tassi agevolati per incentivare il commercio. Al dibattito è intervenuto anche Domenico Monardo imprenditore e presidente regionale sezione alimentare di Unindustria Calabria per il quale bisognerebbe puntare sulla filiera garantita. «La Calabria ha grandi potenzialità di crescita – ha detto – ma bisogna partire dai nostri prodotti».

LEGGI ANCHE: A Vibo calo dei negozi in città, Confcommercio: «Il Pnrr contro la desertificazione»

Lavoro nel Vibonese, ripresa sul fronte dell’occupazione ma il reddito medio è fra i più bassi d’Italia

Articoli correlati

top