lunedì,Agosto 15 2022

Uici Vibo, riparte a Palazzo Gagliardi la rassegna “Incontri d’Autore”

L’iniziativa organizzata dalla sezione provinciale dell'Unione italiana ciechi e ipovedenti riprende dopo il fermo dovuto all'emergenza Covid

Uici Vibo, riparte a Palazzo Gagliardi la rassegna “Incontri d’Autore”

Riparte domani, 1 luglio, dopo due anni di pausa Covid, la rassegna organizzata dalla sezione provinciale di Vibo Valentia dell’Uici denominata “Incontri d’Autore”, grazie alla quale gli scrittori calabresi si aprono al mondo della disabilità visiva e viceversa, consentendo – attraverso le case editrici – la trasformazione di ogni testo in braille ed in versione audio, per la fruizione allargata a chi non vede, vede poco, o ha gravi difficoltà di lettura: «I libri di autori della nostra Regione divengono patrimonio di tutti, perché la cultura è tale solo se reale patrimonio di tutti». [Continua in basso]

Ecco le opere presentate, dagli stessi autori, nelle sette precedenti edizioni di “Incontri d’Autore”, trascritte nel sistema di lettura e scrittura braille e registrate in versione audio da prestatori di voce – nell’apposita cabina di registrazione posta nei locali dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Vibo Valentia: “I diari di mio padre” di Gregorio Corigliano (2013); “Maledetto Sud” di Vito Teti (2014); “Il cacciatore di meduse” di Ruggero Pegna (2015); “Un bicchiere di sole” di Giuseppe Falcomatà (2016); “La democrazia mafiosa” di Claudio Cavaliere (2017); “Attenti al Sud” di Mimmo Gangemi (2018); “La laminetta di Hipponion e la definitiva rivelazione dei rituali orfici” di Maurizio Bonanno (2019).

La ripresa dell’evento, domani a Palazzo Gagliardi, a partire dalle ore 17, rende la giornata della nuova presentazione ancora «più intensa e significativa», tra l’altro, con al centro un libro scritto e presentato da un autore con disabilità, Francesco Gabriele, il quale, dalla sua città adottiva di San Giovanni in Fiore, lancia un messaggio di reale comunicazione inclusiva, grazie al testo “Inno alla vita”, «che racconta le proprie particolari esperienze di insegnante elementare in carrozzina, padre di 5 figlie, tutte vissute alla luce del Vangelo».

Introdurrà l’evento il presidente dell’Uici Giuseppe Bartucca, con la partecipazione di Maria Limardo, sindaco di Vibo Valentia, e dell’assessore alla Cultura Antonella Tripodi. Coordinerà il giornalista Maurizio Bonanno. Si potrà anche godere dei momenti musicali proposti dalla cantautrice Meissa.

top