sabato,Luglio 13 2024

È tutto pronto a Jonadi per la seconda edizione di “Torno giù”, l’agorà di chi ritorna

Il format rivolto ai giovani si svolgerà venerdì 1 settembre presso l’Auditorium della Chiesa di Gesù Salvatore. In serata il concerto di Eman

È tutto pronto a Jonadi per la seconda edizione di “Torno giù”, l’agorà di chi ritorna

E’ quella di Venerdì 1 Settembre la data scelta dall’Amministrazione Comunale di Jonadi per la seconda edizione di “TORNO GIU’ – L’AGORA’ DI CHI RITORNA”. “Torno giù” è una manifestazione sociale e culturale che pone al centro i giovani del territorio per consentire loro, attraverso una vera e propria agorà, di essere protagonisti di un confronto autentico per l’elaborazione di proposte, nonché di relazionarsi con professionisti quali imprenditori, dirigenti, politici, esperti di finanziamenti. Un format creato dall’Amministrazione Comunale di Jonadi, che avrà luogo anche quest’anno presso l’Auditorium della Chiesa di Gesù Salvatore a Vena di Jonadi. L’evento si aprirà con la prima sessione, alle ore 17:00 che vedrà protagonisti da un lato le bambine ed i bambini dai 6 ai 10 anni in un Laboratorio di Cittadinanza Attiva curato da “Mamma che Festa”, e dall’altro i ragazzi dell’Associazione “Il Dono” di Vena di Jonadi impegnati in laboratori creativi. Alle 17:30 si passerà alla seconda sessione, ovvero un workshop dal titolo “Giovani al Centro: riformare le Politiche per un domani migliore”, finalizzato alla condivisione di best practices e alla stesura di un documento programmatico in materia di Diritto al voto per i giovani “fuori sede”, che sarà curato dall’associazione “High on Life” e il cui risultato sarà condiviso con le Istituzioni presenti che lo riporteranno su scala nazionale in occasione, proprio in queste settimane, del dibattito in materia di Legge Delega al Governo sul diritto di voto per i fuori sede. Alle 20:30 sarà la volta del dibattito “Ora parlano i giovani”, in cui si darà spazio e parola ai giovani che, per motivi di studio e/o lavoro, hanno lasciato la propria terra per dirigersi verso mete differenti. Ad ascoltare, saranno le autorità che ordinariamente siedono dal lato dei relatori (su tutti, i Rappresentanti delle Istituzioni). I protagonisti di questa seconda edizione saranno Giuseppe Staropoli, Antonino Arena, Maria Gentile, Antonino Mancusi, Pasquale Ciurleo e Pasquale Maris, con questa terza sessione che sarà moderata dalla giornalista di Lacnews24 Cristina Iannuzzi e a cui parteciperà anche il cantautore calabrese Eman. La serata, infine, si concluderà con l’ultima sessione, ovvero quella sulla quale vi sono le aspettative maggiori, che consisterà in un’esibizione live dello stesso EMAN, in acustico, chitarra e voce, con DJ set finale a cura di Emilio Farfaglia che accompagnerà i giovani fino alla mezzanotte, grazie anche alla predisposizione di un’area Food&Drink all’esterno.

«L’obiettivo di questa seconda edizione di “Torno Giù” – dichiara l’Assessora alle Politiche Giovani Valentina Fusca – è dunque quello di focalizzare l’attenzione non solo sui giovani che rimangono o che decidono di tornare al sud, ma anche su quelli che per motivi personali, lavorativi, economici o culturali decidono di non tornare. D’altronde, le nuove generazioni – continua – sono tra le categorie più colpite dalla crisi economica e sociale innescata dal Covid-19 e per questa ragione vi è la necessità di incontrarsi nuovamente nelle piazze, per ascoltare le nuove esigenze emerse nelle giovani generazioni che li trattengono lontani dalla propria terra di origine. Tutto ciò nella consapevolezza che solo attraverso il capitale umano possiamo assicurare dinamismo e nuova competitività al nostro territorio». Nella sua prima edizione, ovvero quella realizzata nel 2022, l’evento aveva già registrato un enorme successo, con grande entusiasmo e partecipazione dell’intera comunità e con un pubblico oltre le aspettative presente per il concerto finale di Scarda. Una prima edizione che aveva ottenuto, tra gli altri, anche il patrocinio del Ministro per il Sud e la coesione territoriale e dell’“Anno Europeo dei Giovani”. In questa seconda edizione, ad aver già confermato il proprio patrocinio sono stati numerosi enti, istituzioni ed associazioni, tra cui: Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria, Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia, GAL Terre Vibonesi, BCC Calabria Ulteriore, Consulta Provinciale dei Giovani, Coordinamento Regionale delle Consulte Provinciali degli Studenti, Associazione Valentia, Promozione Italia, Pro Loco di Jonadi, Associazione “Il Dono”, Associazione “High on Life” e “Mamma che Festa”.

LEGGI ANCHE: Ionadi, al via il passaggio alla tecnologia a Led della pubblica illuminazione

Articoli correlati

top