sabato,Settembre 25 2021

Provincia Vibo, i consiglieri Grillo e Vasinton creano un gruppo autonomo nella maggioranza

Gli esponenti politici in una nota precisano: «Non siamo oppositori. Voteremo con massimo senso di responsabilità»

Provincia Vibo, i consiglieri Grillo e Vasinton creano un gruppo autonomo nella maggioranza

I consiglieri della Provincia di Vibo Valentia Antonella Grillo e Daniele Vasinton hanno costituito un gruppo autonomo all’interno della maggioranza consiliare. La notizia è contenuta in una nota stampa nella quale si legge: «La scelta di costituire un nuovo gruppo in Consiglio provinciale non rappresenta un mero dissenso personale ma nasce dal perpetrarsi di alcuni comportamenti che non condividiamo adottati all’interno della maggioranza consiliare. Il nostro lavoro – si fa rilevare – sarà svolto in continuità rispetto a quanto fin qui sostenuto all’interno del Consiglio provinciale. La nostra funzione istituzionale non si ritorcerà contro nessuno ma continuerà ad essere esercitata in maniera autonoma senza pregiudizi e con trasparenza all’interno della maggioranza consiliare».

Antonella Grillo

Pertanto «voteremo con il massimo senso di responsabilità ogni provvedimento e continueremo ad agire nell’esclusivo interesse della realtà provinciale vibonese. Non siamo nè saremo oppositori. Esamineremo gli atti che l’esecutivo adotterà non in modo superficiale o acritico ma con estrema attenzione. Li sosterremo – evidenziano – solo se riterremo che essi siano emanati a vantaggio dei cittadini e basati su criteri di valutazione oggettiva attinenti ai principi etici ai quali ispiriamo la nostra azione politica».

Entrando nel dettaglio della scelta, Grillo e Vasinton precisano: «Il nostro dissenso parte principalmente dal fatto che ancora oggi – nonostante diverse nostre sollecitazioni – riscontriamo problemi sulla gestione operativa della viabilità, settore cruciali per lo sviluppo del Vibonese. Ribadiamo che – a nostro avviso – sia indispensabile una programmazione che indirizzi il lavoro degli uffici. Riteniamo necessaria una progettazione partecipata attraverso la costituzione di un tavolo tecnico-istituzionale che veda fattivamente coinvolti gli amministratori. Fin qui – evidenziano – non c’è stata un’adeguata comunicazione tra i vertici amministrativi e degli uffici e noi consiglieri. Venendo ad aspetti propriamente tecnici, ad oggi non disponiamo di un piano di emergenza. Non si è riusciti ad elaborare una programmazione ordinaria per lo sfalcio dell’erba. La manutenzione che dovrebbe essere ordinaria – aggiungono – rimane un intervento straordinario».

Daniele Vasinton

Lamentata una carenza di concretezza amministrativa: «La Provincia di Vibo ha voglia di rinascere. Il nostro territorio ha delle peculiarità e delle bellezze uniche, amate sia da chi in questa terra ha deciso di restarci, sia dai turisti che ogni anno la visitano e, sempre più numerosi, scelgono di trascorrerci le loro vacanze. I nostri sono luoghi di storia, di cultura, di sapori, di straordinarie bellezze paesaggistiche e ambientali. Luoghi che – fanno presente – assurgono alla ribalta nazionale raggiungendo le prime posizioni in classifica come recentemente fatto dalla nostra Tropea, eletta il borgo più bello d’Italia. Allora impegniamoci a fare del nostro meglio. La politica – concludono – è chiamata a dare risposte concrete e immediate alle emergenze del territorio e nel contempo a farne emergere le grandi potenzialità avviando un’azione concreta di rilancio».

Articoli correlati

top