giovedì,Giugno 17 2021

Vibo e la città dei “sogni”: sulla carta lavori per 185 milioni di euro

La giunta comunale approva lo schema del Programma triennale delle opere pubbliche, ma nel frattempo carabinieri ed Asp riscontrano diverse irregolarità nell’area del muretto della scuola Garibaldi abbattuto in tutta fretta

Vibo e la città dei “sogni”: sulla carta lavori per 185 milioni di euro
Il Comune di Vibo Valentia
Il sindaco Maria Limardo

Approvato dalla giunta comunale di Vibo Valentia, lo schema del Programma triennale delle opere pubbliche inserito nel Documento unico di programmazione 2021-2023. Si tratta dello strumento con il quale il Comune individua i grandi interventi, con lavori di singolo importo superiore ai 100mila euro, e le opere che nelle intenzioni modificheranno la città (strade, edifici scolastici, parchi, edifici pubblici, ecc.). Indica tempi e risorse destinate ai lavori da eseguire nel triennio ed insieme con l’elenco annuale è adottato dalla giunta comunale per poi essere approvato dal Consiglio comunale insieme al bilancio di previsione di cui costituisce parte integrante. Il Programma passato in Giunta prevede l’investimento di 185 milioni di euro con un impegno di spesa minimo nel 2021 di 12,9 milioni di euro per opere già finanziate. Ci sono poi le opere in parte ancora da finanziare così ripartite quanto agli importi: 112,9 milioni di euro per il 2022 e 59,1 milioni di euro per il 2023.[Continua in basso]

Piazza municipio ed il muro “sfregiato” della scuola Garibaldi

In quello che, ci si augura, non resti solo un “libro sei sogni” c’è anche la riqualificazione urbana di piazza municipio, ovvero della piazza principale della città attualmente trasformata, per diverse ore della giornata, in un enorme, indecente ed indecoroso parcheggio che doveva avere carattere provvisorio (stando alle dichiarazioni di alcuni consiglieri comunali eletti all’epoca a sostegno dell’allora sindaco Elio Costa), ma che è attualmente attivo anche con l’amministrazione guidata da Maria Limardo. Proprio sul cantiere del muro abbattuto si sono concentrati i carabinieri del Nucleo di Tutela del patrimonio culturale di Cosenza e l’Asp di Vibo Valentia che hanno prescritto al Comune di adeguarsi (cosa sinora non fatta) alle norme in materia di sicurezza. Per carabinieri ed Asp ci si trova dinanzi ad un vero e proprio cantiere in cui è assente la cartellonistica e la delimitazione con segnali verticali. Ci sono poi cabine elettriche non custodite, i resti di un albero tagliato, alcuni muretti con spigoli contundenti attorno all’area di svago per i bambini ed anche un pozzetto chiuso sul terreno da una piastra metallica che potrebbe costituire un pericolo.

Il parcheggio di Piazza Municipio

Anche l’altro indecoroso parcheggio – realizzato ai tempi dell’amministrazione Sammarco in quella che un tempo era la palestra della scuola Garibaldi – da cui si accede da via Santa Maria dell’Imperio, per carabinieri ed Asp non appare delimitato e quindi allo stato non è a norma. Il parcheggio è stato realizzato inoltre a due passi dalle finestre delle classi della scuola media, scelta che continua a far discutere. [Continua in basso]

Le altre opere pubbliche previste

Nel Programma triennale delle opere pubbliche il cui schema è stato approvato dalla giunta comunale trova poi spazio la messa in sicurezza di diverse aree interessate da fenomeni di dissesto e frane.

Per le aree verdi sono invece previsti interventi (500mila euro) per il Parco delle Rimembranze e 900mila euro per riqualificare Villa Gagliardi. Si punta poi a realizzare nel 2022 un Parco urbano a Vibo Marina con una previsione di spesa che si aggira attorno ad un milione di euro. Lavori per un milione e mezzo di euro sono poi previsti poi per il Terminal bus di Vibo città e non mancano interventi di adeguamento sismico e messa in sicurezza di diverse scuole cittadine. Si punta infine a realizzare un mercato rionale a Moderata Durant, a completare la scala mobile di via degli Artigiani, a realizzare un percorso ciclo-pedonale in città ed infine a riqualificare l’immancabile Porto di Vibo Marina da sempre oggetto delle “attenzioni” delle varie amministrazioni, ma sinora solo sulla carta. Il tempo dirà se tale Piano triennale delle Opere pubbliche rimarrà solo un “libro dei sogni” come successo in passato. Di concreto, per ora, ci si trova solo con parte dello storico muro della scuola Garibaldi-Don Bosco abbattuto dalla sera alla mattina (senza alcun accenno di ciò nel programma elettorale dell’attuale amministrazione) per accedere ad una mini area giochi per i bimbi – il cui accesso poteva essere ugualmente garantito dal vicinissimo cancello della scuola – finita ora al centro delle prescrizioni da parte dei carabinieri e dell’Asp per la mancata messa in sicurezza dell’area e del cantiere.

LEGGI ANCHE: Il Corsivo | Il sindaco di Vibo e la città che non c’è

Bonus ai dirigenti del Comune di Vibo, “botta e risposta” fra Teti e Luciano

Comune di Vibo: approvata la determina di quantificazione dei fondi vincolati

Articoli correlati

top