martedì,Gennaio 25 2022

Provinciali Vibo, stabilito il numero esatto di elettori. Escluso il Comune di Pizzo perché commissariato

Il corpo elettorale, costituito solo da sindaci e consiglieri, scaturito dalle attestazioni inviate dai cinquanta Comuni del Vibonese al segretario generale di Palazzo ex Enel Mario Ientile

Provinciali Vibo, stabilito il numero esatto di elettori. Escluso il Comune di Pizzo perché commissariato
La sede della Provincia di Vibo Valentia
Il consiglio provinciale riunitosi questa mattina
Una seduta del consiglio provinciale

Sulla base delle attestazioni pervenute da parte dei Comuni della provincia di Vibo Valentia, l’individuazione del corpo elettorale alla data del 18 novembre 2021 (35esimo giorno antecedente la votazione) per le elezioni del consiglio provinciale, risulta complessivamente composto da 582 elettori. Lo scrive il segretario generale dell’amministrazione provinciale di Vibo Valentia Mario Ientile che con propria determina ha, dunque, fissato il numero esatto di sindaci e consiglieri comunali dei cinquanta Comuni del Vibonese aventi diritto al voto in vista delle elezioni del prossimo 18 dicembre per il nuovo consiglio di Palazzo ex Enel, mentre non è prevista, come è ormai noto, l’elezione del presidente. Ale urne, per via della cosiddetta “riforma Delrio” che definisce tali elezioni di secondo livello, potranno recarsi infatti solo i sindaci e i consiglieri dei Comuni rientranti nel territorio provinciale di Vibo ValentiaSono, inoltre, eleggibili a consigliere provinciale solo i primi cittadini ed i consiglieri comunali in carica. [Continua in basso]

L’invio degli elenchi

Ma come si è proceduto alla formulazione esatta del corpo elettorale? Presto detto: il segretario generale, quale responsabile dell’Ufficio elettorale provinciale, ha chiesto a suo tempo ai segretari comunali dei cinquanta Comuni della provincia di Vibo Valentia di inviare apposita attestazione contenente l’elenco e le generalità del sindaco e di ciascun consigliere comunale in carica, per la formazione delle liste degli aventi diritto al voto. In Provincia sono, pertanto, pervenute 49 attestazioni da parte dei segretari comunali degli enti locali del Vibonese e, delle predette comunicazioni dei segretari comunali, l’Ufficio elettorale ha individuato il numero complessivo degli aventi diritto al voto (corpo elettorale) per le elezioni di secondo grado che si svolgeranno il 18 dicembre prossimo, dalle ore 8 alle ore 20, nel seggio che sarà allestito nella sala consiliare dell’ente.

Escluso dal voto il Comune di Pizzo

Il Comune di Pizzo: l’ente è commissariato

Preso, dunque, atto delle attestazioni trasmesse dai segretari comunali con le quali sono stati indicati i consiglieri di ciascun Comune, che costituiscono il corpo elettorale, il segretario della Provincia Mario Ientile, in base alla Legge 18 aprile del 2014 numero 56 della circolare del Ministero dell’Interno – che «stabilisce non possono fare parte del corpo elettorale gli ex amministratori elettivi dei Comuni (sindaci e consiglieri comunali) nei casi in cui il Comune risulti per qualsiasi motivo commissariato» e «non sono elettori neppure gli organi non elettivi, commissari e componenti di commissioni straordinarie» – ha di conseguenza escluso dal corpo elettorale il Comune di Pizzo Calabro che risulta commissariato per infiltrazioni mafiose. [Continua in basso]

Le liste elettorali e i candidati

La presentazione delle liste

Le liste elettorali, presentate tra sabato e domenica nell’Ufficio elettorale della Provincia di Vibo Valentia, presieduto dal segretario generale, Mario Ientile, sono “Coraggio Italia”, “Forza Italia” e la civica “La Provincia del futuro” (che vede insieme Pd, M5S e Psi). I tre schieramenti che si andranno a contendere i dieci scranni del Consiglio provinciale sono dunque così composti.

Coraggio Italia”: Debora Boragina, Pietro Comito, Giuseppe Dato, Annamaria Donato, Elisa Fatelli, Anna Fruci, Alessandro Lacquaniti, Carmine Mangiardi, Gabriele Prestia, Vincenzo Zinnà.

“Forza Italia”: Marilena Briga, Daniele Galeano, Maria Domenica Gentile, Giuseppe Leone, Caterina Macrì, Maria Rosina Martino, Vito Pirruccio, Domenico Pontoriero, Giuseppe Russo e Roberto Scalfari.

La Provincia del futuro”: Giovanna Bonifacio, Maria Teresa Centro, Antonio Marasco, Saverio Mazzitelli, Riccardo Maria Mercatante, Marco Miceli, Domenico Tomaselli e Rosalba Sesto.

Articoli correlati

top