sabato,Aprile 20 2024

Vibo, l’affondo di Soriano (Pd): «L’amministrazione Limardo ha fallito»

L’esponente dem a seguito delle dimissioni del vicesindaco analizza: «Viviamo una città dove lo sport non è più di casa, i giovani fuggono e i conti tornano sempre meno»

Vibo, l’affondo di Soriano (Pd): «L’amministrazione Limardo ha fallito»
Stefano Soriano e Maria Limardo

«Il vicesindaco si è dimesso da 4 giorni e il sindaco ancora tace. La persona più vicina al sindaco si dimette con un gesto di grande signorilità, ed indirizza una lettera al sindaco Limardo, ricca di spunti politici e di tanto altro, e lo stesso sindaco non sente la necessità di ringraziare pubblicamente il suo vicesindaco Primerano? Questo silenzio è il simbolo della difficoltà che questa città sta vivendo grazie al centrodestra sempre più impegnato nel gioco delle correnti e sempre meno interessato ad essa». Lo scrive il capogruppo consiliare del Pd al Comune di Vibo Valentia, Stefano Soriano che aggiunge: «L’amministrazione Limardo ha fallito sotto tutti i punti di vista. Il primo, il più drammatico è quello amministrativo. Viviamo una città dove lo sport non è più di casa, i giovani fuggono oggi più che nel 2019, i conti tornano sempre meno». [Continua in basso]

Per l’esponente dem «questo è frutto di un lavoro fatto male, di una programmazione inesistente e probabilmente di un consiglio comunale che ha rinunciato da troppo tempo ad esercitare quel ruolo di primo piano che gli spetta. Ogni decisione – aggiunge – è assunta altrove e ratificata dalla maggioranza consiliare di centrodestra che, si assenta di volta in volta dall’aula, quando deve lanciare “segnali” al sindaco. Segnali che, attenzione, sono solo ed esclusivamente legati alla richiesta di questo o di quell’assessorato e di questo anziché quell’assessore. Il secondo – rimarca – è di carattere prettamente politico ed è legato al fatto che questa resa dei conti avrà comunque uno sconfitto che sarà il sindaco Limardo».

E ancora: «Ricordando l’ultimo consiglio comunale, in cui la stessa ha elogiato dapprima l’assessore alla Cultura per essere riuscita a portare a Vibo la Capitale del Libro e per aver gestito egregiamente l’evento, successivamente l’assessore alle politiche sociali quale autrice di un cambiamento epocale nel settore ed infine il vicesindaco per essere stato sempre presente e vicino al sindaco stesso, mi viene da pensare che questo elogio, che sapeva tanto di “blindatura” della giunta si sta rilevando invece un boomerang.

Gli occhi della sua maggioranza – fa rilevare Soriano – erano e sono puntati proprio su questi tre assessori e la loro destituzione sarebbe una sconfitta per il sindaco che da quel momento farebbe meglio a dimettersi perché non avrebbe più alcun potere decisionale». «L’assessore Scalamogna – conclude – ha cercato in modo elegante di aiutare il sindaco ad uscire indenne da questa situazione rassegnando delle dimissioni che sanno sempre più di anticipazione di sconfitta per il sindaco Limardo ma soprattutto per questa città che mi auguro cha apra gli occhi e decida di cambiare pagina alle prossime elezioni, che sono già dietro l’angolo viste le grandi manovre del centrodestra nel cui interno si sta aprendo una faida politica sempre più ampia che ha chiaramente come obiettivo la sostituzione del capo politico».

Articoli correlati

top