giovedì,Maggio 6 2021

Carenza idrica nei rioni Pietà e Marinella, M5S Pizzo sul piede di guerra

I cinquestelle napitini rimproverano all’Amministrazione di non essersi interessata alla questione. Annunciata un’interrogazione al sindaco Gianluca Callipo

Carenza idrica nei rioni Pietà e Marinella, M5S Pizzo sul piede di guerra

«Molti Cittadini dei rioni Pietà e Marinella, ci segnalano che da più giorni sono senza erogazione dell’acqua e lamentano che, nonostante la problematica sia stata segnalata al Comune, nessun provvedimento è stato preso. Non è la prima volta che tutto ciò accade, in special modo durante il periodo esito, e chiediamo ai nostri amministratori la motivazione di questo disservizio che danneggia non solo i residenti ma anche i turisti che soggiornano nella nostra città in questo periodo estivo».

A riferirlo in un comunicato sono gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Pizzo. «Non possiamo dire – spiegano – che tutto ciò è un “bel biglietto da visita”, per una città che vuole essere una meta turistica ambita nel panorama calabrese, quando non si ha la capacità di assicurare neppure i servizi essenziali come quello dell’erogazione dell’acqua. Eppure il sindaco Callipo – incalzano -, nei suoi mirabolanti discorsi, aveva assicurato che mai più il Comune di Pizzo avrebbe avuto di questi problemi. L’ennesima bugia, purtroppo, giacché il costo dell’acqua, per ogni famiglia pizzitana, è aumentato a dismisura mentre i problemi sono rimasti gli stessi e la comunità ne paga le conseguenze».

E ancora, «abbiamo voluto fare uno studio approfondito sulla questione dell’erogazione dell’acqua e, con nostra sorpresa, abbiamo scoperto che la spesa complessiva, tra il costo speso tra i vari negozi per l’approvvigionamento dell’acqua a uso alimentare, sommato alla bolletta del consumo inviato dal Comune, per ogni nucleo familiare, incide sul proprio bilancio con cifre che superano i mille euro. Una spesa esorbitante che molti cittadini non ha la possibilità di affrontare e che i nostri amministratori, dopo aver avuto un consenso cosi ampio, dovrebbero porsi trovando soluzioni».

Infine, rivolgendosi ai cittadini che «oggi si lamentano, senza nessuna polemica, vogliamo ricordare che il nostro movimento aveva prospettato delle soluzioni all’annoso problema durante la recente campagna elettorale ma, forse per colpa nostra, la comunità ha fatto altra scelta che noi rispettiamo ma che non condividiamo. Da parte nostra annunciamo che presenteremo interrogazione al sindaco per darci spiegazioni e giustificazioni di tale disservizio».

LEGGI ANCHE:

Pizzo, in via di ultimazione la riqualificazione delle strade della Marinella

Bocciatura del Piano di riequilibrio a Pizzo, i Cinquestelle a testa bassa contro Callipo

Articoli correlati

top