Comune di Tropea: surroghe e dimissioni, convocato in via di urgenza il Consiglio

Si dovrà procedere alla sostituzione di Virginia Saturno. Seduta straordinaria e pubblica del civico concesso, la prima dopo lo scandalo del cimitero degli orrori
Si dovrà procedere alla sostituzione di Virginia Saturno. Seduta straordinaria e pubblica del civico concesso, la prima dopo lo scandalo del cimitero degli orrori
Informazione pubblicitaria

E’ stato convocato per domani mattina alle ore 9,30 il consiglio comunale di Tropea. Una seduta straordinaria, urgente e pubblica convocata dal vicepresidente del consiglio comunale, Carmine Godano, per prendere atto delle dimissioni del consigliere di minoranza, Virginia Saturno, e procedere quindi alla surroga in Consiglio con la prima dei non eletti nella stessa lista, Annunziata Rombolà. Un consiglio comunale che potrebbe riservare più di qualche sorpresa poiché è il primo dopo i traumatici eventi che l’8 febbraio scorso hanno portato alla scoperta – da parte della Guardia di finanza e della Procura di Vibo – di quello che è stato ribattezzato come “cimitero degli orrori”, con estumulazioni e tumulazioni totalmente illecite, e un’attività criminale che andava avanti almeno dal luglio del 2019. Tombe violate, cadaveri distrutti e vilipesi ma soprattutto, secondo la denuncia agli inquirenti dell’avvocato Giuseppe Bordino – che non ha trovato più i resti del nonno –, con il sindaco Giovanni Macrì che sarebbe stato informato per ben due volte dallo stesso legale di quanto accadeva al cimitero, così come – attraverso un messaggio sul telefonino – dal testimone di giustizia, Pietro Di Costa. La giunta comunale ha deliberato di affidarsi ad un legale per la costituzione di parte civile in un eventuale procedimento penale (in carcere sono finiti il custode del cimitero Francesco Trecate, il figlio Salvatore e Roberto Contartese) ma al momento del voto sono risultati assenti gli assessori ai servizi cimiteriali, Erminia Graziano, e agli Affari generali Greta Trecate (nipote de cugina degli arrestati). [Continua in basso]

Virginia Saturno

Virginia Saturno, nel dare le dimissioni dal Consiglio, ha spiegato di volersi discostare dal “modus operandi manifestato da questa amministrazione e anche da quello dei miei sodali di opposizione. Provo smarrimento – ha messo nero su bianco la Saturno – di fronte a quello che ancora potrebbe succedere o uscire fuori da queste inchieste come asserito da più di un inquirente, e il fatto di non sapere non mi mette in una posizione di forza ma bensì mi sa sentire debole e inutile di fronte a cotanta atrocità morale. Ho una morale, un’ etica e nessuna voglia di “giocare” alla politica, pertanto, cercando di evitare qualsiasi tipo di strumentalizzazione, credo che l’unica cosa da fare sia dimettermi da un ruolo che non mi appartiene più». Domani, quindi, la surroga della consigliera a cui potrebbero seguire le pubbliche dichiarazioni di altri consiglieri su una vicenda destinata a tenere banco ancora per molto tempo.

LEGGI ANCHE: Inchiesta sul cimitero di Tropea e Comune parte civile, due assessori assenti dal voto

Cimitero dell’orrore di Tropea, Pietro Di Costa: «Ho molto altro da dire ma solo a Falvo e Gratteri»

Inchiesta sul cimitero di Tropea, la denuncia di un avvocato chiama in causa il sindaco

Cimitero di Tropea, cittadini sotto shock controllano che le tombe dei propri cari siano integre

Inchiesta sul cimitero di Tropea, fra interrogatori di garanzia, nomine e imbarazzi

Cimitero degli orrori, a Tropea finisce nella bufera pure la politica

 Truffa in concorso al Comune di Tropea e detenzione illegale di armi: chiuse le indagini