domenica,Settembre 19 2021

Covid, dati di nuovo preoccupanti a Mileto: sale a 42 il numero dei positivi

In serata emersi altri 10 nuovi casi dai tamponi molecolari effettuati nei giorni scorsi dall’Asp, dopo che un alunno di Paravati era risultato positivo

Covid, dati di nuovo preoccupanti a Mileto: sale a 42 il numero dei positivi
Il drive in a Mileto che il sindaco vorrebbe ripristinare
Il drive in di oggi a Palazzo dei normanni

È uno scenario in continua evoluzione, quello riguardante i contagi da Covid-19 sul territorio comunale di Mileto. E, purtroppo, le ultime notizie non sono per nulla rassicuranti, anzi. Questa mattina dai test effettuati presso il drive in allestito sotto il porticato di Palazzo dei normanni era emerso un solo nuovo contagio, il che aveva fatto tirare un sospiro di sollievo alla cittadinanza. Tuttavia, così come spiegato poco fa dal sindaco Salvatore Fortunato Giordano, in serata il Dipartimento di prevenzione dell’Asp ha informato che dai tamponi molecolari effettuati nei giorni scorsi su alunni, docenti e personale delle scuole di Paravati in cui si erano registrati i primi casi, sono emersi 10 nuovi contagi. Il totale delle persone alle prese al momento con il coronavirus, dunque, sale di colpo a 42. Di queste, 33 risiedono nel paese natio di Natuzza Evolo e 9 a Mileto centro.

Nel suo intervento Giordano richiama all’attenzione dei genitori «i tanti ragazzi che la sera si assembrano in vari punti, per esempio dietro la Villa comunale. Se le scuole sono chiuse e i ragazzi fanno ciò – sottolinea – può diventare inutile qualsiasi provvedimento. Non è il caso e non è il momento. Tengo però a precisare e ricordare i buoni risultati dello screening di oggi. La situazione a mio modo è circoscritta. L’aver chiuso immediatamente i plessi alla prima notizia (ringrazio il genitore che mi ha chiamato con grande senso di responsabilità alle 8.15 di mattina, ciò che mi ha consentito di chiamare il Dirigente scolastico e non fare entrare i ragazzi a scuola) ha determinato il mancato propagarsi del virus. Se oggi contiamo 42 positività è dovuto a ciò. In caso contrario la situazione sarebbe degenerata. Comunque non sono rose e fiori, sebbene si va a delineare un tracciamento certo».

In conclusione il sindaco raccomanda a tutti «di osservare le regole più stringenti evitando rapporti sociali se non in casi eccezionali e comunque di usare sempre il distanziamento e la mascherina, sanificando le mani spesso», e nel contempo sottolinea «il dato importante che in queste nuove positività non ci sono più nuovi ragazzi ma adulti collegati alle loro famiglie o amicizie». All’orizzonte si intravede lo slittamento della data di riavvio della didattica in presenza nelle scuole, ad oggi prevista per lunedì prossimo 26 aprile. Notizie in tal senso saranno date dal sindaco nella mattinata di domani.

Articoli correlati

top