martedì,Giugno 25 2024

Ospedale di Serra, assegnati dall’Asp nuovi incarichi professionali di base: ecco a chi

È stato il commissario straordinario dell’Asp Giuseppe Giuliano a dare seguito a quanto indicato dal direttore facente funzioni dell’Unità operativa di Medicina interna – lungodegenza del nosocomio serrese

Ospedale di Serra, assegnati dall’Asp nuovi incarichi professionali di base: ecco a chi
La sede dell'Asp e, nel riquadro, il commissario Giuliano
L’ospedale di Serra San Bruno

Nuovi incarichi professionali di base per il personale medico all’interno dell’ospedale civile di Serra San Bruno. È stato il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia Giuseppe Giuliano, «conformemente a quanto disposto alla proponente Unità operativa e quanto indicato dal direttore facente funzioni dell’Unità operativa di Medicina interna – lungodegenza del presidio ospedaliero di Serra San Bruno, a conferire, con propria delibera commissariale, gli incarichi dirigenziali di base in favore del personale medico con meno di cinque anni di servizio da lui diretto. Gli incarichi sono stati, pertanto, attribuiti a Rocco Truglia (“diagnostica ecografica nelle patologie renali”) ed a Valentina Arcidiacono (“patologie di pertinenza nefrologica e delle vie urinarie”). La durata degli incarichi è di cinque anni, con decorrenza dall’1 gennaio 2023, «fatte salve diverse determinazioni aziendali». Inoltre, «la retribuzione complessiva di posizione collegata a ciascuna tipologia di incarico è quella prevista dall’accordo sulla retribuzione di posizione e di risultato del personale della dirigenza sanitaria, sottoscritto il 30 ottobre 2018 con le organizzazioni sindacali». [Continua in basso]

Nella sua delibera, Giuliano ricorda che «il 13 ottobre 2022 il direttore facente funzioni dell’Unità operativa di Medicina interna – lungodegenza del presidio ospedaliero di Serra San Bruno ha proposto al commissario straordinario il conferimento degli incarichi di base al personale con meno di cinque anni di servizio dal medesimo diretto». Nella nota inviata a Giuliano non era inclusa la dottoressa Caterina Marchese, attualmente non più in servizio presso l’Unità operativa di Medicina interna-lungodegenza, in quanto dimissionaria per aver accettato un incarico a tempo indeterminato nella specialistica ambulatoriale. Da qui la proposta al massimo responsabile della sanità vibonese di attribuire gli incarichi solo ai medici Rocco Truglia e Valentina Arcidiacono. Proposta, poi, messa nero su bianco da parte del commissario dell’Asp.

LEGGI ANCHE: Sanità nel Vibonese, Lo Schiavo alla Regione: «Rispettare gli impegni presi. Qui c’è una vera emergenza»

Bando per primario di Ortopedia: l’Asp di Vibo nomina la commissione

Articoli correlati

top