Coronavirus, il premier Conte congela l’ordinanza sulla chiusura delle scuole

Jole Santelli era pronta a decretare lo stop alle lezioni ma il Governo intende emanare un provvedimento che riguardi tutti i territori senza contagi conclamati. Si decide domani
Jole Santelli era pronta a decretare lo stop alle lezioni ma il Governo intende emanare un provvedimento che riguardi tutti i territori senza contagi conclamati. Si decide domani
Informazione pubblicitaria
Il premier Giuseppe Conte
Informazione pubblicitaria

di Luana Costa

Sarà valutata domani nel corso di un tavolo d’emergenza previsto a Roma alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del ministro della Salute Roberto Speranza l’emanazione di un provvedimento unico che conterrà le misure volte a contenere la diffusione del coronavirus in tutte le regioni in cui non si sono ancora registrati contagi. La decisione è stata assunta dopo la proposta di ordinanza predisposta questa mattina dalla presidente della Regione Jole Santelli tesa ad evitare il propagarsi del virus entro i confini regionali. L’ordinanza prevedeva la chiusura delle scuole, delle università, la sospensione di ogni manifestazione pubblica e una stretta sui controlli anche per i voli nazionali in arrivo negli scali calabresi. [Continua]

Informazione pubblicitaria

«Al momento il ministero ci ha confermato che domani ci sarà un tavolo d’emergenza e decideranno una linea comune per tutte le regioni che non hanno avuto casi conclamati», ha detto la presidente della Regione. «Io ho spiegato ovviamente che c’è una peculiarità in Calabria che è determinata dal fatto che i provvedimenti assunti per altre regioni hanno portato moltissima gente a rientrare».

Coronavirus, ordinanza a Vibo: «Obbligo di comunicazione per chi viene da “zona rossa”»
Coronavirus, a Mileto divieto d’ingresso per chi arriva dalle zone del focolaio

E infatti il principale problema della Calabria risiede nei numerosi casi di rientro che si stanno registrando in queste ore dalle zone rosse della Lombardia e del Veneto. «Chiedo alle persone che arrivano dalle zone interessate e cioè dagli undici comuni posti sotto restrizione di contattare il loro medico curante. Le persone interessate devono assolutamente contattare le autorità sanitarie».

Coronavirus, fake news allo Scientifico di Vibo. La preside: «Denunceremo»

Intanto per domani è previsto un nuovo vertice in Prefettura a Catanzaro a cui parteciperanno tutti i prefetti delle cinque province calabresi, le forze dell’ordine e i tre responsabili dei tre ospedali hub.

Psicosi Coronavirus, anche a Vibo è assalto agli scaffali – Video