sabato,Maggio 8 2021

Passa da Serra San Bruno la migliore tesi in Robotica d’Europa

Il serrese Giuseppe Averta premiato con il prestigioso “Georges Giralt PhD Award” conferito dall’associazione di industrie e centri di ricerca europei nel settore

Passa da Serra San Bruno la migliore tesi in Robotica d’Europa
Giuseppe Averta

Le prestazioni dei moderni robot umanoidi sono ancora estremamente lontane da quelle degli esseri umani. Nel mio studio cerco di sviluppare metodologie per riportare le capacità proprie del corpo umano sui robot. I risultati che abbiamo ottenuto dimostrano come l’osservazione della natura possa rappresentare una delle chiavi per gli sviluppi della robotica del futuro”. Questo è quanto spiega, con parole semplici e facilmente accessibili anche ai non addetti ai lavori, Giuseppe Averta, giovane ventottenne di Serra San Bruno, dopo aver vinto il prestigioso “Georges Giralt PhD Award”, il premio per la migliore tesi di dottorato in Robotica d’Europa, conferito ogni anno dall’AISBL, l’associazione di industrie e centri di ricerca europei nel settore.
Dopo la maturità, conseguita presso il Liceo Scientifico con il massimo dei voti, Peppe si iscrive all’Università di Pisa, un ateneo ottimo per la robotica, vera passione del ragazzo serrese. Dopo il dottorato in Robotica e Automazione, Giuseppe Averta conduce le sue ricerche nei laboratori del centro “E.Piaggio” di Genova. Nel frattempo si unisce in matrimonio con una dottoressa in oncologia pediatrica, anche lei calabrese.

Ma per Giuseppe, il prestigioso riconoscimento ottenuto è solo un traguardo intermedio. Il suo sogno è quello di creare sistemi robotici capaci di far tornare a camminare persone colpite da ictuso paralizzate da malattie o incidenti. “E’ un cammino difficile – dichiara Giuseppe in maniera assertiva – ma ci arriveremo”.
Per una volta, non si parla di Calabria soltanto per fatti di sangue, associazioni mafiose, degrado, abbandono, inefficienze della burocrazia o inconcludenza della politica. C’é anche una Calabria capace di mostra la parte migliore di sé e di cui si può andare fieri.

top