lunedì,Febbraio 6 2023

A Parghelia intitolata una strada al magistrato Antonino Scopelliti

Nella serata di ieri si è svolta la seconda parte del progetto "Testimoni di Speranza" del Rotaract club Tropea nel ricordo del magistrato barbaramente ucciso in un agguato il 9 agosto 1991

A Parghelia intitolata una strada al magistrato Antonino Scopelliti
Uno scatto dalla manifestazione

Nella serata del 18 luglio si è svolta la seconda parte del progetto “Testimoni di Speranza” del Rotaract club Tropea nel ricordo del magistrato Antonino Scopelliti, con lo scoprimento della targa in sua memoria. Al giudice barbaramente ucciso in un agguato il 9 agosto 1991 è stato intitolato un viale in località La Grazia. «L’intitolazione non vuole essere esclusivo esercizio della memoria ma vuole essere un vero e proprio atto – si legge in una nota -, concreto e tangibile, di riconoscimento degli alti valori di legalità, giustizia, incorruttibilità, equità, libertà, umanità del magistrato Scopelliti, affinché, da oggi, percorrendo questo Viale e guardando la targa in suo nome si possa essere sempre stimolati a tracciare e perseguire il suo esempio, mantenendolo, così, vivo». [Continua in basso]

«Sulla scia che questo eroe ha tracciato – continua la nota del Rotaract -, dobbiamo, NOI TUTTI, sforzarci di praticare, costantemente e concretamente, comportamenti improntati su questi valori, sul rispetto delle regole, sul vivere in modo più giusto, più onesto, quindi, libero. In modo tale che l’esempio e il sacrificio di questo uomo straordinario, che ha donato la sua esistenza a servizio dello Stato, non sia stato vano. Ringraziamo l’amministrazione comunale di Parghelia che ha accolto la nostra proposta ed ha sposato il nostro progetto, patrocinandolo. Un sentito ringraziamento va alla figlia del Magistrato, Dott.ssa Rosanna Scopelliti, che ci ha onorati della sua presenza insieme con una delegazione della “Fondazione Scopelliti” da lei presieduta. Non ci sono parole per dirle veramente grazie. L’iniziativa è voluta essere anche un modo per esprimere la nostra sentita vicinanza e la nostra infinita gratitudine». 

«Un ringraziamento va anche a tutte le autorità rotarariane, autorità rotaractiane, autorità civili, autorità militari, autorità giudiziarie, agli amici e a tutti i presenti che ieri sera hanno presenziato all’evento. Un ringraziamento va anche a chi non è potuto venire per concomitanti impegni istituzionali e/o per motivi di salute ma che comunque ha dimostrato sensibilità e vicinanza a questo evento. Tra questi, in particolare, Sua Eccellenza il Prefetto di Vibo Valentia Dott.ssa Roberta Lulli, il Sig. Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia Dott. Camillo Falvo e Sua Eccellenza il Vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea Monsignor Attilio Nostro. Per ultimo ma non meno importante, un sentito ringraziamento va alla stampa che ci segue sempre e ai giornalisti che hanno partecipato all’evento, perché grazie a loro viene veicolato l’evento e, quindi, il messaggio racchiuso in esso – conclude la nota -. Insieme si può crescere e, soprattutto, far crescere nella legalità».

top