giovedì,Luglio 25 2024

Murale imbrattato a Vibo Marina, Libera si dà appuntamento per pulirlo

I ragazzi del campus E!State Liberi: «Se pensavano di farci tacere si sbagliavano»

Murale imbrattato a Vibo Marina, Libera si dà appuntamento per pulirlo
Il murales preso di mira e nel riquadro i ragazzi di Libera ad opera finita lo scorso anno

Dopo il deturpamento del murales che era stato realizzato dai ragazzi dell’associazione Libera Contro le mafie, giovedì mattina, alle ore 9:30, i protagonisti del campus E!State Liberi si ritroveranno a Vibo Marina, in via Cavalcavia. Scopo dell’iniziativa ripristinare proprio il murales. Il coordinamento provinciale, al riguardo, spiega: «Se pensavano di far tacere la nostra ribellione, la nostra determinazione e la nostra speranza si sbagliavano. Se pensavano che bastasse un po’ di nero per cancellare i colori della nostra resistenza e dei nostri ideali, non hanno capito quanto forte sia il nostro impegno e la nostra voglia di rinascita. Se pensavano di cancellare il ricordo e l’emozione della marcia del 24 dicembre 2019, alla quale il murale è dedicato, non sono coscienti dell’inversione di rotta che il nostro territorio ha deciso di percorrere». [Continua in basso]

Che sia stata una bravata o che dietro si nasconda altro, per i ragazzi di Libera poco cambia, perché «parafrasando Peppe Valarioti, giovane insegnante e politico ucciso dalla ‘ndrangheta, “le giovani ed i giovani di Libera non si piegheranno mai”. Non ci piegheremo alla rassegnazione e neanche all’ignoranza di chi, volendo cancellare storie, sorrisi e sinergie, decide di imbrattare il bello che il nostro territorio vuole raccontare».
L’associazione antimafia Libera ringrazia infine la comunità «per averci scritto e per averci espresso vicinanza e solidarietà. Grazie alle tante ed ai tanti compagni di viaggio che, da nord a sud, si sono indignati insieme a noi. Continuiamo a camminare insieme – concludono i rappresentanti – , continuiamo a costruire rete, a difendere e diffondere la pedagogia del bello e del giusto contro ogni stortura che questa terra è costretta a subire, alimentiamo di sana ribellione il nostro protagonismo nel processo di cambiamento e di rinascita». Appuntamento quindi giovedì 4 agosto per «riempire di colore il nero di esistenze effimere».

LEGGI ANCHE: Vibo Marina, imbrattato il murales di Libera in favore dei carabinieri

Articoli correlati

top