giovedì,Settembre 29 2022

Pizzo, sostegno ad anziani e disabili grazie ai percettori del reddito di cittadinanza

Il progetto si chiama “L’amico della porta accanto” e punta a favorire la socialità di soggetti svantaggiati. La giunta comunale nei giorni scorsi ha dato il via libera

Pizzo, sostegno ad anziani e disabili grazie ai percettori del reddito di cittadinanza

Il progetto si chiama “L’amico della porta accanto2” e rappresenta uno strumento di supporto a soggetti svantaggiati. In particolare anziani e disabili, troppo spesso relegati all’interno delle proprie abitazioni, hanno la possibilità di partecipare alla socialità negli spazi pubblici e migliorare la qualità dei servizi sociali del territorio. Sono queste le premesse che rientrano nell’approvazione del progetto puc “L’amico della porta accanto 2”. L’atto ha ottenuto giorni addietro il disco verde da parte della giunta comunale di Pizzo guidata dal sindaco Sergio Pititto. [Continua in basso]

Il Comune di Pizzo

In particolare il progetto coinvolge i beneficiari del reddito di cittadinanza. In particolare i fruitori sono tenuti a offrire, nell’ambito del Patto per il lavoro e del Patto per l’inclusione sociale, la propria disponibilità di partecipazione a progetti a titolarità dei Comuni utili alla collettività. Gli ambiti sono svariati e comprendono mondo culturale, social, artistico ma anche ambientale, formativo e di tutale dei beni comuni. Tutti servizi da svolgere all’interno del proprio Comune di residenza mettendo a disposizione un numero di ore compatibile con l’attività e comunque non inferiore alle 8 ore settimanali fino a un massimo di 16. I riscontri sul territorio, anche nei mesi passati, non sono mancati. A Zungri il pittore Luigi Di Mari nel settembre 2021 pensò di “regalare” un po’ della sua arte ai bimbi della scuola dell’infanzia creando sulle pareti dell’asilo bellissimi murales. A Limbadi sono partiti lo scorso inverno progetti di pubblica utilità e ancora a Zambrone attività di sostegno per anziani e persone con disabilità. La stessa città napitina, nel febbraio 2022, ha potuto contare sull’aiuto di diversi percettori della misura impegnati in attività di pulizia e manutenzione per eliminare situazioni di degrado. Esempi di impegno a favore della collettività che hanno raccolto apprezzamenti da parte dei residenti.

Articoli correlati

top