lunedì,Maggio 20 2024

Ampliamento del cimitero di Vibo, il consigliere Comito: «Inerzia amministrativa»

Ecco cosa prevede il "Project financing" per i luoghi sacri della città capoluogo e Vena superiore e qual è la cifra complessiva degli importanti interventi

Ampliamento del cimitero di Vibo, il consigliere Comito: «Inerzia amministrativa»
Il cimitero di Vibo Valentia
Veduta parziale della parte nuova del cimitero di Vibo

Parla di «inerzia amministrativa» il presidente della V Commissione consiliare del Comune di Vibo Valentia, Pietro Comito, in merito al “Project financing”, progetto, appunto, per l’ampliamento del cimitero della città capoluogo e la riqualificazione del camposanto di Vena superiore, per l’ammontare di quasi quattro milioni di euro.

Parte interna del nuovo del cimitero di Vibo Valentia

Per quanto attiene al cimitero di Vibo Valentia, il progetto in questione, che non riuscirebbe a vedere la luce, consta della realizzazione di quattro blocchi da duecento loculi, due blocchi da cento loculi, venticinque edicole funerarie, nuovi bagni pubblici, due gazebo per la vendita di fiori e lumini e altri interventi. Per il luogo sacro di Vena superiore, invece, gli interventi mirano alla realizzazione di tre blocchi da cinquanta loculi, tredici cappelle (al rustico), diciannove edicole funerarie e il parcheggio. Sulla delicata situazione in cui versano i cimiteri cittadini sono, nel tempo, più volte intervenute le forze politiche della minoranza in Consiglio comunale, denunciano, oltre il problema afferente alla mancanza di posti soprattutto nel cimitero di Vibo Valentia, rilevanti criticità quali il “degrado dovuto alla vetustà dei cimiteri”. [Continua in basso]

Adriana Teti

La cronistoria: Nel mese di settembre 2022, si era presentata una sola ditta, la Citygov Engineering, ma la commissione giudicatrice della Stazione unica appaltante della Provincia, presieduta da Adriana Teti, dirigente del Comune di Vibo Valentia, aveva chiesto l’integrazione sul computo metrico. La società fece quindi sapere che la documentazione era contenuta in una delle tre buste, ma da quel momento pare che alcuna risposta sia pervenuta dall’organismo.

LEGGI ANCHE : Cimiteri a Vibo e frazioni nell’abbandono: approvato un progetto di riqualificazione

Articoli correlati

top