giovedì,Febbraio 29 2024

Vibo, contrasto alle truffe agli anziani: prefetto e sindaco firmano protocollo d’intesa

L'obiettivo è quello di sviluppare mirate attività di prevenzione e azioni che possano limitare il fenomeno

Vibo, contrasto alle truffe agli anziani: prefetto e sindaco firmano protocollo d’intesa
Sindaco e prefetto di Vibo

Sviluppare mirate attività di prevenzione e contrasto alle truffe perpetrate nei confronti delle persone anziane. È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato ieri tra la Prefettura ed il Comune di Vibo Valentia, nelle persone del prefetto Roberta Lulli e del sindaco Maria Limardo, sulla base di una direttiva del Ministero dell’Interno (la numero 11001/110/25 del 22 maggio 2019) con la quale le amministrazioni locali vengono invitate ed incentivate economicamente a mettere in atto una serie di azioni che possano limitare il fenomeno delle truffe agli anziani o anche gli effetti delle stesse. Iniziative che vadano ad affiancare il lavoro svolto dalle forze dell’ordine. Partendo da questi presupposti, il 29 settembre 2022, per accedere al predetto contributo, il Comune di Vibo Valentia ha presentato apposita istanza, corredata da una scheda progettuale esplicativa delle iniziative che intende porre in essere. Il successivo 7 ottobre, il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica ha espresso parere favorevole al progetto e il 10 ottobre la Prefettura lo ha approvato. [Continua in basso]

Il progetto del Comune di Vibo Valentia, al quale il Ministero dell’Interno ha assegnato la somma di 15.645,75 euro, si sostanzia in tre punti fondamentali: predisporre interventi formativi-informativi
promossi dai servizi sociali territoriali con il supporto degli agenti di Polizia locale ed in collaborazione con enti del terzo settore; attuare attività di prossimità, con l’attivazione di un punto di riferimento permanente presso i servizi sociali comunali, che raccolga le segnalazioni e ponga in
atto le misure più celeri ed opportune per ridurre il disagio ed il danno psicologico alle vittime e gestisca le sinergie tra i vari soggetti; e infine azioni di supporto psicologico alle persone over 65 vittime di truffe e raggiri. “Siamo felici di essere giunti a questa positiva conclusione – affermano il prefetto Lulli e il sindaco Limardo – che ci consente di dare il via ad un progetto che auspichiamo possa incidere positivamente nel contrasto a un fenomeno purtroppo assai diffuso come quello delle truffe agli anziani, i quali da oggi, però, hanno uno strumento in più per potersi dotare di quelle conoscenze e quei comportamenti che aiuteranno certamente a limitarlo il più possibile”.

LEGGI ANCHE: Trasversale delle Serre, oggi la firma del protocollo per vigilare sui lavori – Video

Articoli correlati

top