giovedì,Maggio 30 2024

Ricadi, il Comune guarda al digitale per i servizi ai cittadini attraverso un’app

L'idea della piattaforma innovativa è del consigliere Domenico Tomaselli ed è in via di sperimentazione. Anche Parghelia, in precedenza, ha puntato sull'interattività

Ricadi, il Comune guarda al digitale per i servizi ai cittadini attraverso un’app
Il municipio di Ricadi

Anche il Comune di Ricadi si appresta a sbarcare nel mondo digitale, offrendo a cittadini e visitatori la possibilità di vivere il territorio locale attraverso una piattaforma innovativa e che li faccia sentire parte attiva della comunità. È nata infatti l’applicazione “Ricadi – Capo Vaticano”, da un’idea del giovanissimo consigliere comunale Domenico Tomaselli con deleghe alle politiche sociali, giovanili e affari sociali in collaborazione con la “GrowApp” di Piraino, provincia di Catania. Sebbene il tutto sia ancora in fase sperimentale, è già possibile scaricare l’app dallo store di Google per iniziare ad utilizzarla. [Continua in basso]

Interno dell’app

Questo strumento, che trae spunto anche dall’app ideata dal Comune di Parghelia qualche anno fa, è strutturato per offrire tipologie differenti di servizi a cittadini e turisti. L’innovazione si basa sull’interattività e consiste nel permettere ad esempio ad un residente, di segnalare tramite l’app un guasto sulla pubblica illuminazione direttamente alla ditta che gestisce il servizio. Non solo, ma sfruttando la geolocalizzazione i cittadini ricadenti in un’area interessata ad esempio da un guasto sulla condotta idrica, potranno ricevere una notifica sul proprio smartphone di avviso circoscritta, senza che l’amministrazione dirami un avviso a tutta la popolazione quando non necessario. Per quanto concerne poi la raccolta differenziata, sfruttando sempre la geolocalizzazione degli utenti in possesso dell’app, sarà possibile ricevere un promemoria relativo al mastello corretto da esporre fuori dalle proprie abitazioni per il ritiro. Sul fronte turismo, l’impatto che questo strumento avrà sarà enorme: area shopping, con la mappatura completa di tutte le attività presenti sul territorio; informazioni sui servizi disponibili tra uffici di vario genere e trasporti; area ProLoco. Qui l’ulteriore novità è l’utilizzo del QrCode per offrire ai visitatori la possibilità di conoscere il luogo nel quale si trovano con piccoli cenni storici. L’interazione poi ingloba anche gli imprenditori del settore turistico, i quali possono già registrarsi gratuitamente per segnalare la loro struttura ricettiva andando così ad arricchire l’offerta di soggiorno di un territorio in forte espansione. Allo stato attuale la fase di sperimentazione e di test non riguarda solo l’autorizzazione da parte di Apple per il proprio store, ma prettamente gli utenti. Tutte le segnalazioni pervenute all’amministrazione, se giudicate meritevoli d’interesse, contribuiranno alla miglioria di uno strumento che spinge l’acceleratore della comunicazione smart e che nei prossimi mesi verrà ufficialmente presentato al pubblico.

LEGGI ANCHE: Capo Vaticano, pronti a partire i lavori per l’ammodernamento del piazzale di Grotticelle

Ricadi, la fiumara Ruffa scrigno di biodiversità: nuove iniziative per la tutela della felce preistorica

Articoli correlati

top