martedì,Giugno 18 2024

Tropea Experience 2023: dal salotto “vivo” alle sedie vuote il passo è stato davvero breve

Un successo stando al comunicato stampa inoltrato agli organi di informazione. Un “fiasco” secondo molti che hanno lamentato pure il prezzo per il ticket valevole per un piatto a base di cipolla e un bicchiere di vino o birra

Tropea Experience 2023: dal salotto “vivo” alle sedie vuote il passo è stato davvero breve

Non basta questa volta il consueto comunicato stampa della Lenin Montesanto Comunicazione & Lobbying per convincere i più – osservatori esterni, cittadini e quanti si sono trovati a passare per la “Perla del Tirreno” – sul fatto che quest’anno la Tropea Experience dedicata alla cipolla sia stata un successo. A parte infatti l’immancabile elogio “all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Macrì” di cui si legge nel comunicato stampa della Lenin Montesanto n.27 e il titolo del comunicato stesso – “Cipolla rossa Tropea prodotto democratico, tutti d’accordo: equilibrio tra prodotto e territorio” –, i fatti dicono a nostro avviso ben altro. Tre giorni dedicati al “Festival della Cipolla Rossa di Tropea Igp” che per molti non hanno fatto registrare intorno a piazza Cannone i numeri delle passate edizioni. Stando al comunicato stampa inoltrato dalla Lenin Montesanto, però (poteva essere diversamente?), tutto è andato per il meglio: “al concorso hanno partecipato nove squadre, con gli allievi degli istituti secondari superiori di Rossano, Lamezia Terme, Locri, Condofuri, Bova Marina, Vibo Valentia e Tropea. Sono stati giudicati dagli chef rispetto alla scelta e l’accostamento dei vini, il metodo di cottura utilizzato e la difficoltà della ricetta, l’innovazione e la preparazione del piatto. Dietro ad ogni singolo momento che ha reso per tre giorni consecutivi il centro storico di Tropea un salotto vivo, curioso ed attento intorno all’ingrediente principe della dieta Mediterranea – sottolineano il presidente ed il direttore marketing del Consorzio della Cipolla rossa di Tropea Giuseppe Laria e Daniele Cipollina – c’è stato un grande lavoro di squadra promosso con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Macrì che ha coinvolto diversi attori”. Ed allora, come stanno realmente le cose e cosa resta di questa edizione della Tropea Experience al netto del trionfalistico comunicato stampa in cui gli auto-elogi si sprecano? Restano diverse sedie vuote in piazza Cannone (circa quaranta in tutto quelle sistemate), resta un palco che in molti si aspettavano ben diverso e più grande, restano i costi non da poco per allestire questa edizione, resta il prezzo di 15 euro (“prezzo promozionale” secondo gli organizzatori) per acquistare il ticket valevole per un piatto a base di cipolla, un bicchiere di vino o, in alternativa, un bicchiere di birra e stop. Resta, soprattutto, la delusione di tanti cittadini tropeani i quali si sono rivolti anche alla nostra redazione per spiegarci che qualcosa quest’anno non è andata per il verso giusto. Raccogliamo i loro sfoghi e le loro segnalazioni nella speranza che – a differenza di un recentissimo passato – le critiche siano ancora ammesse nel… “Principato”.

LEGGI ANCHE: Tropea Experience: a settembre il Festival della cipolla rossa

“I Gattopardi di Tropea”: L’Espresso riaccende i riflettori sul Comune e sul mancato intervento della Prefettura

Tropea e gelato più caro, il sindaco: «Un riconoscimento internazionale e non una bocciatura»

“Caro” gelato, la classifica dei prezzi più alti boccia Tropea

Tropea in ginocchio per carenza idrica, intervengono i consiglieri di minoranza

Tropea, Mazzitelli contro la giunta Macrì: «Si dimettano, cittadini trattati come sudditi»

Tropea: fanno discutere le nuove strisce blu “sbucate” in pieno giorno

top