domenica,Febbraio 25 2024

Anche a Cessaniti si rinnova il ricordo dei caduti di tutte le guerre

Ampia adesione da parte della comunità alle iniziative per la Festa dell’unità nazionale e delle forze armate. Presenti il commissario Raimondo e il comandante provinciale dei carabinieri Toti

Anche a Cessaniti si rinnova il ricordo dei caduti di tutte le guerre
Cerimonia a Cessaniti, foto di Pino Digesu

Anche Cessaniti nella giornata odierna ha omaggiato i caduti di tutte le guerre in occasione della Festa dell’unità nazionale e delle forze armate. Un momento di riflessione sulla storia passata e anche sul presente, alla luce dei moderni e sanguinosi conflitti in Medio Oriente e Ucraina che quotidianamente registrano morti innocenti. Presente, il commissario prefettizio Sergio Raimondo che ha brevemente preso la parola al termine delle celebrazioni religiose: «È la mia prima uscita all’esterno nella qualità di commissario straordinario di questo comune di Cessaniti che ho già amministrato nel 2010. In occasione della prima uscita – ha commentato- mi corre l’obbligo di porgere un cordiale e sentito saluto a tutti i cittadini e alle loro famiglie. Nella casa di Dio – ha poi aggiunto- non posso che rivolgere una preghiera affinché io sia ispirato nell’azione amministrativa da sani principi rivolti al bene comune e quindi ai bisogni della collettività tutta». Il commissario Raimondo ha poi ringraziato don Francesco Pontoriero per l’ospitalità e il colonnello Luca Toti, comandante provinciale dei carabinieri: «La vicinanza dell’Arma come suggerito dal presidente della Repubblica col suo messaggio – ha aggiunto poi il commissario offre affidabilità e dà certezza della difesa dei diritti di ogni cittadino. Grazie dunque colonnello Toti per quello che quotidianamente fa per la comunità vibonese e per il tramite del maresciallo Dati per il nostro territorio di Cessaniti».

Anche il colonnello Toti ha voluto lasciare il suo saluto al paese: «Era importante essere oggi qui a Cessaniti. La mia presenza vuole rappresentare la vicinanza ed il sostegno al dottor Sergio Raimondo che conosco e stimo da un anno e mezzo, da quando sono arrivato a Vibo e in questo territorio che merita di risollevarsi, per non disperdere il bel patrimonio umano di cui dispone. Cessaniti deve esprimere se lue positività anche indipendentemente dalla presenza e dall’opera dell’Arma e del commissario straordinario. Lo deve fare per i suoi figli, per i cittadini del domani». A seguire, sono stati letti i messaggi del Capo dello Stato e del ministro della Difesa. A chiudere la mattinata, la deposizione della corona ai caduti ad opera del commissario straordinario e la lettura dei nomi dei caduti. I cittadini hanno partecipato attivamente alla cerimonia. Presenti anche i dipendenti e il segretario comunale.

LEGGI ANCHE: Festa del 4 novembre, anche a Vibo l’omaggio ai caduti di tutte le guerre 

Mileto, cerimonia solenne per la Festa nazionale del 4 Novembre

Comune di Cessaniti: insediati i commissari prefettizi dopo le dimissioni del sindaco

Articoli correlati

top