Sconcerto a Soriano: bancali in legno al posto dei cancelli del Complesso monumentale

Un’ordinanza del Comune intima ai padri domenicani la rimozione delle inferriate abusive e i religiosi le sostituiscono con i pallet
Un’ordinanza del Comune intima ai padri domenicani la rimozione delle inferriate abusive e i religiosi le sostituiscono con i pallet
Informazione pubblicitaria
I bancali posti nel complesso monumentale di San Domenico a Soriano

Si acuisce, a Soriano, la diatriba tra i padri domenicani – custodi del Convento di San Domenico – e l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Bartone. A dare nuovamente fuoco alle polveri, dopo vari episodi in cui le due realtà sono venute in contrasto, è stata l’ordinanza con la quale il Comune ha intimato la rimozione dei cancelli – in quanto installati abusivamente – che delimitavano il complesso monumentale ed archeologico di proprietà pubblica dall’area privata di pertinenza del Convento.

Ottemperando all’ordinanza, i padri domenicani hanno però ben pensato di sostituire le inferriate metalliche con dei bancali in legno, che hanno conferito al prestigioso e storico complesso architettonico – solitamente meta di migliaia di visitatori l’anno – un aspetto tutt’altro che monumentale. Tangibile la sorpresa della cittadinanza alla vista di un simile spettacolo ed altrettanto palese lo sconcerto degli amministratori locali che, con ogni probabilità, non esiteranno a segnalare il singolare caso alle autorità competenti.