giovedì,Aprile 18 2024

Briatico, lavori al depuratore San Giorgio: più che triplicata la portata

La soddisfazione del sindaco Vallone: «Risultato storico. Aumentata la potenzialità del servizio da 3mila a 10mila abitanti»

Briatico, lavori al depuratore San Giorgio: più che triplicata la portata
Foto di repertorio

«È un risultato storico che inseriamo nel solco del lavoro per migliorare il sistema di depurazione del Comune di Briatico». Il sindaco Lidio Vallone illustra i dettagli degli interventi effettuati al depuratore San Giorgio: «Grazie al trasferimento di fondi regionali – aggiunge il primo cittadino – siamo riusciti ad aumentare la potenzialità del servizio da 3mila a 10mila abitanti». Si è trattato di lavori di efficientamento e rifunzionalizzazione necessari in quanto, durante il periodo estivo, la cittadina costiera accoglie numerose presenze turistiche. Pertanto, nel luglio scorso, era stato concordato il sopralluogo dei referenti del Dipartimento territorio e tutela ambientale della Regione, a cui erano state illustrate le problematiche della struttura e chiesto supporto alle capacità dell’ente comunale: «È stata quindi adottata una progettazione di campo ovvero si è cercato di migliorare il depuratore lasciando invariata la struttura portante delle vasche e dell’impianto, ma incrementando la potenzialità del servizio».

Le attività, partite il 7 agosto (data in cui è stato ufficializzato l’ottenimento delle risorse), si sono svolte in tempo record e sono state rese possibili grazie a fondi regionali per 150mila euro: «Altrettanti risorse, sempre fondi ottenuti dalla Regione, sono state spese per la sostituzione di diverse pompe di sollevamento dislocate nel comprensorio briaticese», rimarca il sindaco Vallone. Rimarcata l’importanza dell’intervento: «Dopo tanti anni, finalmente, siamo riusciti a realizzare un lavoro che avrà riflessi positivi sull’ambiente. Un modo per salvaguardare anche la salute del mare e dei cittadini». Lo stesso responsabile dell’area tecnica e urbanistica del Comune, l’ingegnere Domenico Formica, ha tenuto a sottolineare nella relazione finale: «L’intervento effettuato è stato prima della messa in funzione, opportunamente calibrato, al fine di riscontrare delle possibili problematiche ad oggi inesistenti. Visto lo stato di chiarificazione raggiunto dalle acque ad oggi si può attestare che il dimensionamento e l’efficientamento del depuratore “San Giorgio”  è in condizioni quasi eccellenti, anzi potrà raggiungere l’eccellenza la definizione permanente dell’impianto inserendo alcune attrezzature che saranno opportunamente dimensionate e inviate al vaglio del Dipartimento territorio e tutela dell’ambiente della Regione Calabria per un possibile incremento del finanziamento ottenuto».

LEGGI ANCHE: Reflui fognari da Zungri nel fiume Murria, il sindaco di Briatico presenta una denuncia

La rete fognaria di Nicotera inquina il mare: la denuncia dei comitati – Video

Parghelia, ripulita da sabbia ed erbacce la scalinata di “Michelino”

Articoli correlati

top