Narcotraffico internazionale: condannato Giuseppe Mancuso

Il 58enne di Limbadi, alias “Pino Bandera”, era accusato di aver fatto giungere in Calabria oltre tre tonnellate di cocaina

Il 58enne di Limbadi, alias “Pino Bandera”, era accusato di aver fatto giungere in Calabria oltre tre tonnellate di cocaina

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Otto anni di reclusione per narcotraffico. Questa la condanna della Corte d’Appello di Reggio Calabria nei confronti di Giuseppe Mancuso, 58 anni, alias “Bandera”, di Limbadi. Cade l’aggravante dell’ingente quantitativo di sostanza stupefacente e da qui la pena dimezzata in secondo grado rispetto ai 16 anni di reclusione inflitti in primo grado dai giudici al termine del processo nato dall’operazione denominata “Grandi Firme”. La Procura generale di Reggio Calabria aveva chiesto la conferma della condanna a 16 anni. Giuseppe Mancuso – difeso dagli avvocati Francesco Sabatino e Mario Bagnato – era accusato di aver trafficato e fatto giungere in Calabria oltre tre tonnellate di cocaina. Giuseppe Mancuso (fratello di Pantaleone Mancuso, detto “Scarpuni”) si trova detenuto nel carcere di Tolmezzo per scontare altre condanne definitive per narcotraffico rimediate al termine del processo “Decollo”. In passato era stato coinvolto nella storica operazione “Dinasty” contro il clan Mancuso. Condannato a 6 anni per associazione mafiosa dal Tribunale di Vibo Valentia, era poi stato assolto in appello. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Detenzione di armi e munizioni a Limbadi: Di Grillo lascia i domiciliari

 

Detenzione di armi e munizioni: rigettata la richiesta di arresto per Rosaria Mancuso

‘Ndrangheta: processo “Costa pulita”, respinta la ricusazione del boss Pantaleone Mancuso

Sorveglianza speciale: rimane libero il boss Luigi Mancuso

 

‘Ndrangheta: operazione “Dinasty 2”, assolto il boss Antonio Mancuso

Autobomba a Limbadi: l’esplosivo in mano al clan ed i nuovi equilibri mafiosi

Operazione Nemea | Emanuele Mancuso resta in carcere ma il fermo non viene convalidato

Sparatoria a San Gregorio d’Ippona, revocato obbligo di dimora a Giuseppe Mancuso

‘Ndrangheta: processo “Genesi” al clan Mancuso, 6 condanne e 3 prescrizioni

Violazione della sorveglianza: assolto Pantaleone Mancuso, alias “Scarpuni”

‘Ndrangheta: processo Costa Pulita a Vibo, il potere dei clan a Briatico ed i rapporti con i Mancuso

Processo “Black money” al clan Mancuso, sentenza della Cassazione

‘Ndrangheta: processo troppo lungo, la Cassazione accoglie il ricorso di Luigi Mancuso

Ingiusta detenzione: respinta la richiesta di indennizzo di Salvatore Mancuso

‘Ndrangheta: bomba per eliminare Moscato, condanna in Cassazione per Mancuso

‘Ndrangheta, sentenza “Black money” sul clan Mancuso: “Vuoto probatorio”

‘Ndrangheta: le divisioni mai sanate nel clan Mancuso e le “presunzioni” dell’accusa

I finanziamenti alla Fondazione di Natuzza e le inchieste dei magistrati

‘Ndrangheta: “Black money”, ecco i motivi della sentenza contro il clan Mancuso

‘Ndrangheta: “Damiano Vallelunga e Luigi Mancuso allo stesso livello”