Detenzione di armi e munizioni a Limbadi: Di Grillo lascia i domiciliari

Il Tribunale del Riesame attenua la misura cautelare per il marito di Rosaria Mancuso, tratto in arresto dopo l’autobomba che ha ucciso Matteo Vinci

Il Tribunale del Riesame attenua la misura cautelare per il marito di Rosaria Mancuso, tratto in arresto dopo l’autobomba che ha ucciso Matteo Vinci

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Lascia gli arresti domiciliari per la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria (esclusi i festivi), Domenico Di Grillo, 71 anni, di Limbadi, arrestato il 9 aprile scorso dopo una serie di perquisizioni seguite all’autobomba con la quale è stato ucciso Matteo Vinci. Di Grillo era stato trovato in possesso di un fucile di provenienza illecita e di 46 munizioni. Il tutto occultato in un suo capannone agricolo. In sede di interrogatorio, il 71enne aveva ammesso la detenzione sia del fucile che delle munizioni. Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, in accoglimento delle argomentazioni dell’avvocato Giuseppe Di Renzo, ha scarcerato Di Grillo sulla scorta dell’affievolimento delle esigenze cautelari che possono essere soddisfatte anche con la misura dell’obbligo di presentazione quotidiana ai carabinieri. I giudici nel motivare la decisione hanno anche ritenuto assente, nel caso di specie, il pericolo di fuga da parte dell’indagato, marito di Rosaria Mancuso, quest’ultima sorella dei più noti boss del clan di Limbadi  Giuseppe, Diego, Francesco (detto “Tabacco”) e Pantaleone (alias “l’Ingegnere”). Nella giornata di ieri, il gip di Vibo Valentia non aveva invece convalidato l’arresto ed aveva rigettato la richiesta di misura cautelare nei confronti di Rosaria Mancuso, 63 anni, tratta in arresto martedì con l’accusa di detenzione illegale di altre armi e munizioni. Il gip ha ritenuto che i carabinieri non abbiano fornito prove valide per poter ricondurre con certezza le armi rinvenute nella disponibilità della Mancuso, in quanto ritrovate in un terreno aperto a chiunque. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Detenzione di armi e munizioni: rigettata la richiesta di arresto per Rosaria Mancuso

Autobomba a Limbadi: l’avvocato De Pace chiede la scorta per Rosaria Scarpulla

L’autobomba di Limbadi e quel sogno d’amore spazzato via dal tritolo (VIDEO) 

Autobomba a Limbadi: l’esplosivo in mano al clan ed i nuovi equilibri mafiosi

Autobomba di Limbadi, interrogatorio fiume per la madre di Matteo Vinci (VIDEO)

Autobomba di Limbadi, la madre della vittima sentita dalla Dda 

Limbadi si stringe alla famiglia Vinci e denuncia l’abbandono delle istituzioni (VIDEO) 

Limbadi dopo la marcia per Matteo, fiori e commozione sul luogo dell’autobomba (VIDEO) 

Limbadi scende in piazza nel nome di Matteo Vinci (VIDEO)

«Continuerò a parlare per salvare la vita di altri giovani» (VIDEO)

Autobomba, Limbadi reagisce con una fiaccolata e un Consiglio aperto (VIDEO) 

Autobomba di Limbadi, in arrivo il Ris di Messina (VIDEO) 

Il silenzio della Calabria sull’autobomba di Limbadi che sembra non aver fatto rumore

Autobomba a Limbadi, il genero di Di Grillo: «Noi estranei ai fatti» (VIDEO)

Autobomba di Limbadi, Libera: «Reazione rabbiosa di chi vede minacciato il suo potere» 

Detenzione di arma e munizioni, Domenico Di Grillo ai domiciliari (VIDEO)

Autobomba a Limbadi, disposta l’autopsia sul corpo di Matteo Vinci

«Dovevamo sposarci presto: Matteo non meritava di morire così» (VIDEO) 

Autobomba a Limbadi, parla la madre della vittima: «Subiamo soprusi da anni» 

Autobomba a Limbadi, l’avvocato dei Vinci: «Atto terroristico-mafioso» (VIDEO) 

Limbadi dopo l’autobomba: comunità sotto shock, il sindaco difende l’immagine del paese (VIDEO)

Autobomba a Limbadi, anche la Dda assume la titolarità dell’inchiesta

Autobomba a Limbadi: indagini a tutto campo per far luce sull’esplosione (VIDEO)

Detenzione illegale di arma da fuoco: arrestato a Limbadi Domenico Di Grillo

Esplosione a Limbadi: ad uccidere Matteo Vinci è stata un’autobomba (VIDEO)

Esplosione a bordo di un’auto a Limbadi, un morto e un ferito (VIDEO)