Escalation criminale a Caroniti: il sindaco si propone quale “paciere” e scoppia la polemica

Il consigliere comunale di Joppolo Stefano Siclari condanna il proposito del primo cittadino di convocare allo stesso tavolo vittime e carnefici per tutelare…la quiete pubblica

Il consigliere comunale di Joppolo Stefano Siclari condanna il proposito del primo cittadino di convocare allo stesso tavolo vittime e carnefici per tutelare…la quiete pubblica

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Rischiano di avere dirette conseguenze anche sul piano politico le recenti intimidazioni alla famiglia Cocciolo-Panzitta di Caroniti, da mesi nel mirino dei malviventi con attentati e violenze di ogni genere. L’ennesima bomba all’indirizzo della casa di Vittorio Cocciolo – di cui il Vibonese.it ha dato ieri notizia in anteprima – ha infatti “svegliato” anche il sindaco di Joppolo, Carmelo Mazza, le cui dichiarazioni riportate stamane da un quotidiano locale finiscono per suscitare la pronta risposta del consigliere comunale di opposizione, Stefano Siclari, e rischiano di sollevare un altro “caso” dopo quello del consigliere comunale Mimmo Taccone che sul proprio profilo facebook aveva invocato un minuto di silenzio per la morte del boss Totò Riina.

Informazione pubblicitaria

“Apprendo dalla stampa di oggi che il sindaco Mazza – dichiara Siclari – ha promesso di convocare vittime e carnefici allo stesso tavolo perché ne va della quiete pubblica”. Il sindaco Carmelo Mazza aveva infatti dichiarato testualmente ad un quotidiano locale nell’edizione odierna: “Mi riprometto di convocare i protagonisti di questa vertenza familiare nel tentativo di ricondurre tutto nell’ambito di comportamenti più responsabili anche perché è mio preciso dovere tutelare la quiete pubblica”.

Sferzante il commento, a tal riguardo, del consigliere comunale Stefano Siclari:In sostanza siete liberi di compiere azioni disumane nei confronti di persone e animali inermi, ma disturbare la quiete pubblica con un ordigno No, cari signori! Sembra surreale – sottolinea Siclari – ma siamo a Joppolo e non c’è nulla da meravigliarsi, specie dopo la difesa, compiuta dal sindaco, del post celebrativo nei confronti della morte di Totò Riina”. 

Quindi, l’affondo: “C’è una famiglia costretta a vivere da mesi nella paura e a subire angherie, attentati, violenze selvagge sui propri animali e – aggiunge Siclari – un sindaco che lascia intendere di sapere chi siano i colpevoli, dicendosi pronto a convocarli. È facile constatare che le trascorse festività non abbiano portato alle riflessioni necessarie che auguravo “ai tanti” nel mio ultimo intervento. Davanti a questi episodi le parole esprimibili debbono essere esclusivamente di condanna, denuncia e solidarietà; le tavole di riappacificazione è bene lasciarle alla ‘ndrangheta. Noi – conclude il consigliere Siclari – siamo pubblici ufficiali e dobbiamo ispirare fiducia ai cittadini e onore al tricolore. I pubblici ufficiali hanno infatti l’obbligo di sporgere denuncia, alla magistratura italiana o ad un’altra autorità preposta, quando hanno una notizia di reato, che sia perseguibile d’ufficio, di cui siano venuti a conoscenza nell’esercizio o a causa delle loro funzioni o del loro servizio”.

Quanto basta ed avanza, come si vede, per aprire un nuovo “polverone” sul Comune di Joppolo, da mesi alle prese con scelte e dichiarazioni che fanno a dir poco discutere.

(In foto dall’alto in basso: Stefano Siclari e Carmelo Mazza)

LEGGI ANCHE: 

Intimidazioni senza sosta, a Caroniti per poco non ci scappa il morto

Una famiglia del Vibonese nel mirino dei malviventi: escalation criminale senza fine

Nuova intimidazione a Caroniti: malviventi tentano di incendiare un portone

Intimidazioni a raffica a Caroniti: auto, case ed animali dati alle fiamme

Caroniti: arrivano le telecamere di LaC e scatta l’aggressione contro i Punturiero (VIDEO)

Escalation criminale a Caroniti: ancora nel mirino l’auto della Panzitta

Muore Totò Riina e nel Vibonese un consigliere chiede su facebook un minuto di silenzio per “zio Totò”

Comune Joppolo: i consiglieri di maggioranza chiedono le dimissioni di Taccone

Cordoglio per Riina su Facebook, il consigliere di Joppolo Siclari esprime: «Sgomento e indignazione»

Cordoglio per Riina su Facebook, l’ex vicesindaco di Joppolo Ventrice: «Gesto ingiustificabile»

Cordoglio per Riina su Facebook, parla il sindaco di Joppolo: «Il mio consigliere è stato frainteso»

“Un minuto di silenzio per Riina”, la replica di Taccone: “Era una frase ironica”

“Un minuto di silenzio per zio Totò”, il Codacons invoca l’intervento dell’Antimafia