sabato,Giugno 22 2024

Parghelia, presentato il libro “Un Beato di Calabria: don Mottola”

Il libro di Gabriele Vallone sul sacerdote tropeano fondatore della famiglia degli Oblati al centro di un evento al santuario della Madonna di Portosalvo

Parghelia, presentato il libro “Un Beato di Calabria: don Mottola”

La figura del beato Francesco Mottola è sempre di grande attualità. I vari aspetti della sua santità continuano ad incuriosire e a destare interesse. Lo testimoniano i vari scritti a lui dedicati nel corso di questi anni. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato presentato nei giorni scorsi presso il santuario della Madonna di Portosalvo a Parghelia. Il libro, dal titolo “Un Beato di Calabria: don Mottola. Profeta di tempi nuovi”, edito da Giuseppe Meligrana è opera di Gabriele Vallone, il quale attingendo anche a del materiale inedito punta a far amare e apprezzare ancor di più la figura del fondatore degli Oblati e delle Oblate del Sacro Cuore, elevato agli onori degli altari il 10 ottobre 2021. Nel corso dell’incontro di presentazione – moderato dalla giornalista e presidente di “Unitre Tropea” Vittoria Saccà – a fare gli onori di casa ci ha pensato don Giuseppe Florio, rettore del santuario e arciprete della comunità parrocchiale di Parghelia. Subito dopo hanno preso la parola il fratello maggiore dell’Ordine dei sacerdoti Oblati, don Francesco Sicari, il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Corrado L’Andolina, e il sindaco del Comune di Parghelia, Antonio Landro. [Continua in basso]

«Far conoscere il Beato don Mottola anche attraverso questa pubblicazione – ha affermato don Sicari nell’occasione – rientra benissimo in quell’apostolato culturale e dell’intelligenza che ha una grande valenza anche nel tempo odierno, nonostante si legga poco e ancora di meno si legga al Sud. Certo è che sul Beato don Mottola si continua a scrivere, segno che approfondire il suo messaggio e la sua vita è stimolante perché siamo di fronte ad un pensatore, ad un uomo, ad un sacerdote, ad un calabrese che ha saputo incidere in modo unico nello sviluppo integrale dell’uomo del suo tempo  e nella promozione sociale e umana, con un attenzione particolare ai piccoli e ai più bisognosi». Ha concluso il ciclo degli interventi lo stesso autore del libro. «Francesco Mottola – ha sottolineato, tra l’altro, Gabriele Vallone – fece suo il messaggio sociale del vangelo. E’ sintomatica, in questo senso, la sua sensibilità per i disabili, in un momento storico in cui i rappresentanti delle istituzioni non si ponevano minimamente questo tipo di problematiche. Egli parlò incessantemente di carità sociale, attuando così quel vangelo integrale che sintetizza il manifesto programmatico dell’ideale degli oblati».

Lo scritto vanta la presentazione di monsignor Luigi Renzo, vescovo emerito della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e, tra l’altro, di recente autore del libro “Francesco Mottola. Il prete ribelle della mediocrità”, come si evince dal titolo anch’esso dedicato al sacerdote tropeano. All’incontro svoltosi presso il santuario della Madonna di Portosalvo è intervenuto un pubblico numeroso e attento. Tra questi, l’oblato e cancelliere della diocesi don Sergio Meligrana.

LEGGI ANCHE: A Tropea l’opera letteraria di monsignor Renzo dedicata al beato don Mottola

Arriva a Vibo la mostra itinerante dedicata alla Beata Armida Barelli

Articoli correlati

top