sabato,Marzo 2 2024

Nicotera, riparte Guitaromanie: attesa per la IV edizione del Festival chitarristico

Otto appuntamenti che dal 25 giugno al 25 novembre porteranno nella cittadina costiera appassionati di musica e artisti anche stranieri. Ecco il cartellone completo

Nicotera, riparte Guitaromanie: attesa per la IV edizione del Festival chitarristico
Immagini dalla scorsa edizione di Guitaromanie
Un concerto della scorsa edizione del Festival

È tutto pronto a Nicotera per l’avvio del Festival chitarristico Guitaromanie, giunto quest’anno alla sua quarta edizione. Otto appuntamenti, dislocati in diverse location, che da qui a fine novembre riporteranno la buona musica nel centro costiero vibonese. Il Festival, curato dal maestro Romolo Calandruccio, anche quest’anno gode del patrocinio della Regione Calabria e del Conservatorio statale di musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia. Il via, con il primo dei concerti, domenica 25 giugno alle ore 19 nella sala consiliare di Palazzo Convento.
Una buona occasione per gli amanti della musica e in particolare della chitarra: essendo tra le poche manifestazioni sul territorio regionale dedicate a tale strumento, è molto seguita dagli appassionati, dai giovani che frequentano scuole ad indirizzo musicale e anche dai turisti presenti in estate. Ma Guitaromanie è anche un’occasione per l’intero territorio e per la sua economia. Basti pensare alle ricadute sul settore ricettivo, con la presenza di artisti e ospiti provenienti in alcuni casi da Paesi esteri. E a proposito di questo, anche quest’anno l’anima del Festival sarà internazionale: ci sarà la partecipazione di tre artisti provenienti dalla Spagna e dall’Estonia, oltre agli artisti italiani e ad alcune giovani promesse calabresi. Per Nicotera dunque, Guitaromanie diventa anche un’ottima vetrina per far conoscere le bellezze dei luoghi e le eccellenze dei prodotti tipici locali sia ai musicisti che ai numerosi frequentatori dei concerti. Da segnalare che, in sinergia con il Comune, già dalle ore precedenti i concerti sarà aperto il Centro per lo Studio e la Conservazione della Civiltà Contadina del Poro, per dare al pubblico del Festival la possibilità di visitarlo. Laccesso ai concerti è libero e completamente gratuito. Di seguito il programma completo.

Cartellone del Festival

  • 25 giugno, ore 19,00 – Sala Consiliare Comune – Nicotera

            Tornate sereni begli astri d’amore

            Parole e musiche per un itinerario romantico         

            Antonio Aprile (chitarre storiche) Salvatore Fresta (tenore) (CATANIA)

  • 15 luglio, ore 22,00 Auditorium Liceo Bruno Vinci – Nicotera

            CHITARRISTI CRESCONO

            Concerto degli studenti dell’Istituto Omnicomprensivo Bruno Vinci di Nicotera

            Aurora Cutellè – Andrea Marra – Marianna Tripaldi (chitarra) (NICOTERA)

            Ospite: Stefano Aprile (Catania)

  • 11 agosto, ore 22,00 C Chiostro Palazzo Convento – Nicotera

CHITARRA… ALL’OPERA

Giuseppe Contartese (CREMONA).

  • 18 agosto, ore 22,00 Chiostro Palazzo Convento – Nicotera

            CHITARRA TRA Neoclassicismo e folklore

            Vallone Enrico (VIBO VALENTIA) 

            Allievo del Conservatorio di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia.

  • 3 settembre, ore 19,00 Chiostro Palazzo Convento – Nicotera

            VIAGGIO NEL TEMPO CON LA CHITARRA

            Eleonora Forelli (chitarra) (VIBO VALENTIA)

            Allieva del Conservatorio di Musica “F. Torrefranca” di Vibo Valentia.

  • 29 settembre, ore 19,00 Auditorium Liceo Bruno Vinci – Nicotera (in collaborazione con il Festival dell’Accoglienza di Nicotera)

            TANGO ARGENTINO E DANZA SPAGNOLA

            Carles Pons (chitarra) (SPAGNA)

  • 14 ottobre, ore 19,00 Auditorium Liceo Bruno Vinci – Nicotera   

            ALENA & JOSEP DUO     

            Josep Manzano (chitarra) Alena Tikhmanovich (Cello) (SPAGNA-ESTONIA).

  • 25 novembre, ore 19,00 – Sala Consiliare Comune – Nicotera

            RECITAR SUONANDO

            Percorsi narrativi nella musica per chitarra del primo Ottocento

Stefano Magliaro (chitarre storiche) (ROMA).

Le novità di quest’anno

«In questa quarta edizione – spiegano gli organizzatori – appare per la prima volta nel Festival la formazione voce e chitarra e lo facciamo presentando il consolidato duo Accademia con Salvatore Fresta e Antonio Aprile; il programma che presentano è incentrato su autori dell’Ottocento, l’accompagnamento sarà proposto con chitarre storiche. Passeremo poi alla novità di quest’anno, un concerto degli alunni chitarristi che frequentano l’Istituto Omnicomprensivo Bruno Vinci di Nicotera e un giovanissimo ospite, Stefano Aprile, da Catania; a seguire tre giovani promesse chitarristiche calabresi il primo, Giuseppe Contartese da diversi anni residente a Cremona, e Eleonora Forelli e Enrico Vallone, allieva e neo diplomato rispettivamente delle classi di chitarra dei Maestri Marco Rossetti ed Edoardo Marchese del Conservatorio di Musica Fausto Torrefranca di Vibo Valentia. La presenza straniera sarà rappresentata dal chitarrista spagnolo Carles Pons che eseguirà un programma incentrato sulla danza spagnola e argentina e dal duo chitarra e violoncello di Joseph Manzano e Alena Tikhmanovich, rispettivamente dalla Spagna e dall’Estonia, i quali proporranno delle trascrizioni delle più belle pagine musicali da Vivaldi a Piazzolla. Concluderà il festival il chitarrista romano Stefano Magliaro, uno dei pionieri dell’esecuzione su strumenti storici del repertorio chitarristico ottocentesco con un programma incentrato sull’influenza della musica vocale e operistica sul repertorio chitarristico, suonerà con alcuni preziosi strumenti storici».

Il curatore del Festival Guitaromani, come detto, è il maestro Romolo Calandruccio, musicista noto a Nicotera come direttore di coro, oltre che docente e concertista di chitarra ma apprezzato a livello internazionale in un ambito ben più ampio che è quello della ricerca storica e biografica sul chitarrismo del primo Ottocento. Suoi importanti lavori su Ferdinando Carulli e Matteo Carcassi, compositori e chitarristi del primo ottocento, sono apparsi sulla prestigiosa rivista chitarristica “Il Fronimo”, edizioni Il Dialogo, Milano, viene invitato a tenere Masterclass in diversi conservatorici Musica in Italia e all’estero. Ad aprile 2024 sarà presente come relatore e concertista in un importante convegno chitarristico organizzato dal The Cambridge Consortium for Guitar Research all’università di Cambridge, in Inghilterra.

LEGGI ANCHE: Anche Vibo aderisce alla Festa della Musica: esibizioni in cinque diverse location a ingresso libero

Nicotera verso l’estate, l’assessore al Turismo: «Pronti ad accogliere tutti al meglio»

Articoli correlati

top