mercoledì,Aprile 17 2024

Vibo: accordo tra imprese, scuole e istituzioni per connettere i giovani al mercato del lavoro

L’obiettivo del progetto è quello di fornire ai ragazzi orientamento, formazione, occupazione, crescita delle aziende e del territorio

Vibo: accordo tra imprese, scuole e istituzioni per connettere i giovani al mercato del lavoro
La sottoscrizione dell'accordo alla Camera di commercio
Il Valentianum, sede della Camera di commercio

Nuove generazioni al centro dello sviluppo socio-economico della Calabria grazie ad un progetto capace di rendere visibili le competenze degli studenti e connettere istituzioni, scuola e mondo del lavoro. Con questo obiettivo nei giorni scorsi, nella sede vibonese della Camera di Commercio di Catanzaro Crotone Vibo Valentia, su iniziativa e regia del Centro per l’impiego di Vibo Valentia, con il supporto di Anpal Servizi spa, è stato sottoscritto un importante “Accordo operativo di partenariato” tra qualificati soggetti pubblici del territorio, per l’avvio di attività progettuali mirate a favorire il contatto tra imprese e studenti in transizione scolastica, per l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro, dunque occupazione e crescita. A sottoscrivere l’accordo, sono stati, quindi: Centro per l’impiego con il responsabile Gianluca Contartese; Camera di Commercio di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia con il vice presidente Antonino Cugliari su delega del presidente Pietro Falbo; Confindustria con il presidente Rocco Colacchio; Cna con il legale rappresentante Antonino Cugliari; Fondazione consulenti per il lavoro per mano del responsabile territoriale Vincenzo Greco; per gli istituti scolastici i dirigenti Antonello Scalamandrè Liceo Statale “Vito Capialbi”, Maria Francesca Durante Iis “De Filippis e Prestia”, Maria Gramendola Istituto “Itg-It”, Nicolantonio Cutuli Iis “P.Galluppi” di Tropea; inoltre Anpal servizi spa con il responsabile dell’Area territoriale Campania e Calabria Michele Raccuglia.

Presenti all’evento anche Cosimo Cuomo per la Regione Calabria e il presidente regionale Cna Giovanni Cugliari. L’intento, cristallizzato nell’accordo, è quello di assicurare agli studenti, attraverso un percorso di orientamento consapevole e multiattoriale, l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro, migliorando i percorsi di transizione e di approccio al sistema delle imprese, anche attraverso l’utilizzo di dispositivi e misure incentivanti a carattere nazionale e regionale. In termini operativi sono previsti: -laboratori modulari, -presa in carico degli studenti, -raccolta fabbisogni professionali, -promozione vacancies e raccolta candidature, “Job day for school”. Elemento comune a tutti i partners, per come emerso dai singoli interventi, la preoccupazione del costante depauperamento territoriale per la perdita di risorse strategiche quali il capitale umano in “fuga” o dalle potenzialità inespresse, ma, al contempo anche la consapevolezza, di poter cogliere con successo, se uniti,  sfide importanti e complesse: imprimere una nuova governance a processi sociali, economici e produttivi determinanti per lo sviluppo locale e regionale; essere coerenti con le vocazioni e le identità territoriali nonché con i nuovi assetti determinati dall’evoluzione tecnologica e digitale; formare e trattenere sul territorio competenze coerenti con l’offerta del mercato del lavoro, prospettando ai giovani studenti, nel rispetto delle loro inclinazioni e aspirazioni, non solo percorsi universitari ma anche qualificazioni professionali più rispondente alle esigenze delle imprese e del mondo produttivo sempre più alla ricerca di figure che possano sostenere i processi di innovazione e di competitività.

Il vicepresidente della Camera di Commercio Antonino Cugliari, rivolgendosi ai partners presenti, anche a nome del presidente Pietro Falbo, ha espresso soddisfazione “per la sottoscrizione dell’accordo che, suggella non solo una convergenza di intenti ma stabilisce soprattutto metodi e strumenti operativi che privilegiano il dialogo, la condivisione di esperienze, di dati e competenze per creare connessione attiva e produttiva tra studenti e imprese, sul presupposto di un orientamento e di una formazione non più dispersivi rispetto alle reali esigenze del territorio e dei giovani, quanto invece realistici e concreti nel prospettare situazioni e opportunità funzionali ad elevare standard qualitativi personali, produttivi, territoriali, nel segno dell’innovazione e della competitività. Oggi, grazie anche all’attenzione della Regione Calabria, con questo strumento possiamo dare risposte efficienti ed efficaci, ed è quello che intendiamo fare e faremo, determinati e uniti verso gli obiettivi”. Tra i partener è stata poi condivisa la proposta di un Tavolo permanente per la migliore attuazione dell’accordo in riferimento alla definizione specifica delle azioni connesse e del loro sviluppo futuro. “Anche in ragione di ciò –ha detto il Vice Presidente Cugliari- la Camera di Commercio, fermamente convinta della valenza del lavoro di squadra per il miglior raggiungimento di obiettivi comuni, offre al partenariato, non solo riferimento logistico in quella che è la Casa delle imprese e dell’Economia, ma anche raccordo operativo per la funzionalità del network territoriale quanto a circolarità di informazioni e sintesi esecutiva”.

LEGGI ANCHE: Scuola e imprese, al via a Vibo un progetto per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro

Edilizia, firmato l’accordo sindacale per l’aumento delle retribuzioni per i lavoratori

Sanità in crisi, De Biase (Uilpensionati): «Sempre più calabresi rinunciano alle cure»

Articoli correlati

top