venerdì,Luglio 19 2024

“Banna il bullo”, a Vibo Marina un evento per contrastare il fenomeno del bullismo

L'appuntamento promosso dall’associazione “Vibo Marina c’è” per avviare una campagna di sensibilizzazione su uno dei temi più delicati della società contemporanea

“Banna il bullo”, a Vibo Marina un evento per contrastare il fenomeno del bullismo

Un’iniziativa avente come obiettivo una giornata di consapevolezza, un evento di sensibilizzazione e riflessione su uno dei temi più scottanti della società contemporanea, in cui diventa importante promuovere una cultura del rispetto, dell’inclusione e della tolleranza fin dalla più tenera età affinché il bullismo sia finalmente debellato. Domenica 17 dicembre presso l’Auditorium parrocchiale di Vibo Marina, con inizio alle ore 15.30 e ingresso libero, è in programma un’iniziativa promossa dall’associazione “Vibo Marina c’è” in cui verrà affrontato il delicato quanto attuale tema del bullismo. Un appuntamento che avrà anche spazi dedicati allo sport, all’ambiente e all’intrattenimento. È anche previsto un momento di preghiera per ricordare la figura di mons. Saverio Di Bella, parroco di Vibo Marina recentemente scomparso e il cui ricordo è ancora vivo nella comunità del centro costiero. A condurre la manifestazione, che ha in programma Baby Dance, Cabaret, intrattenimento musicale e spettacolo di illusionismo, sarà Gigi De Angelis. Inoltre verrà allestito un laboratorio creativo che vedrà come protagonisti Piccoli Pasticceri. Previsto anche l’intervento della psicologa Fiorella Migliarese, che intratterrà i presenti sugli aspetti legati al preoccupante fenomeno del bullismo in particolare in età scolastica. A tutti i piccoli presenti in sala verranno offerti doni da Babbo Natale nonché omaggi e gadget da parte dei numerosi sponsor.

LEGGI ANCHE: Cyberbullismo, la polizia postale incontra gli alunni della Garibaldi-Buccarelli di Vibo

Vibo, la Polizia consegna le agende scolastiche agli alunni della scuola primaria

Zero like al cyberbullo, l’incontro tra il questore di Vibo e gli studenti del “De Filippis- Prestia”

Articoli correlati

top